Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • Home
  • anno 2005 - Specchio Economico

di Luigi Locatelli

Sarebbe un errore sforzare la memoria per citare il poeta francese Jean de La Fontaine e il suo apologo sulla cicala e la formica, o ricorrere alla mirmecologia: da un colloquio con Ruggero Massimo Jannuzzelli più che l’immagine della formichina operosa che con pazienza raccoglie granello dopo granello, esce il ritratto di un giovane imprenditore ricco di iniziativa, volontà, rigore professionale, che ha costruito la propria fortuna dedicando impegno e ingegno a un insieme...

  • Creato il .

La ricerca, la capacità di aprirsi all’innovazione, gli investimenti, l’alleanza tra industria e università: sono alcune delle parole d’ordine per costruire il futuro dell’Italia e per renderla più competitiva, salvandola dal declino. Sulla necessità di imboccare questa strada, in cui ogni elemento appare legato all’altro, si sono trovati d’accordo i presidenti di alcune delle più significative organizzazioni imprenditoriali e universitarie del nostro Paese: Marco Tronchetti Provera di Telecom...

  • Creato il .

Con la delega fiscale approvata dal Parlamento nel 2003, la n. 80 del 17 aprile, il Governo è stato delegato, fra l’altro, a riordinare il regime fiscale per il risparmio affidato a fondi pensione, a fondi etici e a casse di previdenza privatizzate. L’attuazione della riforma fiscale viene realizzata con più decreti da emanare entro due anni dalla data di entrata in vigore della legge delega. La mancata attuazione di tale delega, al momento, determina il perdurare del fenomeno della «doppia...

  • Creato il .

Due gare, tra loro distanti e separate, vengono disputate nel mondo: da una parte il fisiologo neozelandese K. H. Morton e dall’altra l’inglese Chris Skrebowski. Il primo, forse stimolato dal record di velocità umana segnato il 15 giugno da Asafa Powell sulla pista dello stadio olimpico di Atene, con cento metri in 9 secondi e 77 centesimi, ha elaborato un modello matematico per segnare il limite invalicabile dell’uomo: 9 secondi e 15 centesimi, precisando che verrà toccato nel lontano 2554 da...

  • Creato il .

Rifiuti, immondizie, scarti, scorie: tonnellate di avanzi più o meno tossici, nocivi, maleodoranti, vengono espulse quotidianamente da residenze, uffici e industrie, trasformandosi miracolosamente, per misteriose strade, in una fonte di lucro, in una miniera d’oro per organizzazioni senza scrupoli che, incuranti del danno procurato all’ambiente e alla salute dei cittadini, le sottraggono al loro iter legale. Si calcola che i rifiuti diano luogo, in mano alla criminalità organizzata, a un giro...

  • Creato il .

Inserita tra gli obiettivi prioritari del Governo, la realizzazione di un organico programma di opere pubbliche si basa oggi su alcune leggi dirette a superare un sistema giuridico rigido e anacronistico che l’aveva resa difficile e non aveva impedito infiltrazioni criminali nell’economia, a danno della competitività delle imprese italiane, soprattutto meridionali. Per questo il Governo ha inteso garantire anche la sicurezza e tutelare la legalità potenziando i sistemi di prevenzione e di lotta...

  • Creato il .

L’opinione del Corrierista

La prima volta che entrai nel Corriere della Sera, nella redazione romana al primo piano di Via della Mercede 37, esattamente il 5 aprile del 1956, sulla targa di ottone a fianco del portoncino era scritto «Il Nuovo Corriere della Sera». Perché in effetti a quell’epoca così si chiamava il primo quotidiano d’Italia. Moltissimi suoi lettori attuali quasi sicuramente non lo sanno, ma prima del 25 luglio 1943, ossia prima della seduta del Gran Consiglio del Fascismo che...

  • Creato il .

«Ho cominciato a vendere a tempo pieno come ambulante appena finita la terza media a 13 anni, come commesso in un negozio di elettrodomestici; e poi di mobili, a 20 anni, dopo il servizio militare». Sintetizza così i propri inizi Giovan Battista Carosi, 53 anni, fondatore di Mondo Convenienza, azienda che fattura annualmente 380 milioni di euro e che, con una quota del 10,4 per cento del mercato, è al terzo posto nella distribuzione moderna del mobile in Italia. Un successo fatto di intuizioni...

  • Creato il .

C’è chi ha attribuito perfino la responsabilità del grave incidente ferroviario avvenuto il 7 gennaio scorso, e costato 17 morti e molti feriti, alla «cura Cimoli» praticata, fino allo scorso maggio, dall’allora presidente e amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Giancarlo Cimoli, che aveva il compito di risanare quell’azienda. Per cui non è tanto tranquillo dei risultati che potranno avere, lui e «i suoi accoliti tecnico-politici», nel salvare dalla crisi l’Alitalia, affidatagli...

  • Creato il .

Edward De Bono è l’inventore del «pensiero laterale» e leader indiscusso di uno dei campi che si apprestano a diventare fondamentali nel prossimo futuro: il pensiero creativo e costruttivo. Ha scritto 67 libri tradotti in 37 lingue ed è stato invitato a partecipare a conferenze sull’argomento in 57 Paesi. Molti dei suoi scritti sono diventati libri di testo obbligatori nelle scuole di vari Paesi, oppure vengono applicati nell’insegnamento di discipline scolastiche. Edward de Bono è infatti il...

  • Creato il .

L’opinione del Corrierista

 

Il vero, occulto creatore e motore della Dolce Vita romana a cavallo degli anni 50-60 fu Gaetano Afeltra, il grande giornalista scomparso il 9 ottobre scorso. Il 5 aprile 1956, quando fui chiamato nella redazione romana del Corriere della Sera, Mario Missiroli dirigeva sia questo giornale sia il Corriere d’Informazione. Di fatto però quest’ultimo era diretto da Gaetano Afeltra, anche se questi aveva solo la qualifica di caporedattore: per rispetto e affetto verso...

  • Creato il .

L’opinione del Corrierista

Chi si va a rileggere i giornali di cent’anni fa? Forse solo gli studenti di giornalismo. Ogni tanto però, in occasione di qualche grande anniversario, ad esempio il centenario della fondazione, viene inserita in qualche giornale la copia del suo primo numero. Solo così la massa dei lettori può capire come erano fatti allora i quotidiani: niente foto, titoli piccoli, intere colonne di piombo ovvero di testo composto con il vecchio sistema della linotype, basato sulla...

  • Creato il .

di Maurizio De Tilla, presidente della Cassa Forense e dell’AdEPP

L’assetto organizzativo e gestionale della Cassa Forense ha subito, negli ultimi anni, una serie di importanti novità nel quadro di un processo di cambiamento verso una gestione realmente privatistica e flessibile del personale e una totale e continua verifica dello stato delle attività. A tale proposito occorre innanzitutto ricordare la svolta gestionale introdotta mediante la messa a punto, in collaborazione con...

  • Creato il .

Anno 1983, il mercato della telefonia mondiale conosce il Dynatac, primo telefono «portatile» - si fa per dire - della storia. A produrlo è Motorola, azienda nata negli Stati Uniti nel 1928, che fino a quel momento si era occupata, per lo più, di comunicazione radio. Il salto è di quelli che fanno venire i brividi: dai walkie talkie al primo telefonino mondiale, infatti, il passo è tutt’altro che breve. Motorola l’affronta senza dubbi e gli usi e i costumi di intere generazioni cambieranno in...

  • Creato il .

Nato a Catanzaro - suo padre era un illustre esponente del Partito repubblicano locale -, divenuto giovanissimo avvocato dello Stato, quindi consigliere di Stato, professore universitario, autore di pubblicazioni giuridiche, capo di Gabinetto e consigliere giuridico di vari ministri, fino a ricoprire l’importante carica di Segretario generale della Presidenza del Consiglio dei ministri, Antonio Catricalà si è visto affidare recentemente il compito finora più impegnativo della sua vita...

  • Creato il .

Ufficialmente nata in provincia di Napoli nel 1877, la Gennaro Auricchio risale in realtà più indietro nel tempo, al 1862 in base a documenti rinvenuti di recente in vecchi archivi di San Giuseppe Vesuviano. «Il nonno di mio padre, Gennaro, inventò una ricetta del caglio che diede un sapore particolare al formaggio da noi prodotto; esercitava un mestiere semplice, il tarallaro ossia il venditore di taralli, un tipo di pane secco che si sposa bene con il formaggio, che all’epoca non si comprava...

  • Creato il .

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa