Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • Home
  • stampa - Specchio Economico

L’Associazione Stampa Romana e la Confederazione Nazionale dell’Artigianato di Roma hanno firmato un protocollo nel quale la CNA, tramite lo sportello «Impresa facile», fornirà un servizio di orientamento per i giornalisti che scelgono di mettersi in proprio avviando un’impresa nel settore dell’informazione. In virtù del protocollo siglato, la CNA di Roma offrirà assistenza nell’avvio di una start up per la scelta del tipo di società, adempimenti amministrativi e fiscali, assistenza nel credito...

  • Creato il .

L'editoriale di Victor Ciuffa

 

Dinanzi a una platea, non molto numerosa in verità, di giornalisti, nell’auletta dei Gruppi della Camera dei deputati a Roma, l’antivigilia dello scorso Natale il presidente del Consiglio Enrico Letta, rispettando la tradizione delle conferenze stampa del Capo del Governo di fine anno, si è abilmente destreggiato, con consumata saggezza ed esperienza, nel rispondere alle domande di privilegiati interlocutori. Del resto non era difficile; le loro domande...

  • Creato il .

La stampa brasiliana è stata chiara: si eviti l’italianizzazione della politica. È scritto in un editoriale del giornale brasiliano O Globo, il più grande e seguito organo giornalistico brasiliano, che dà il prezioso consiglio ai politici: «Non dobbiamo permettere che venga sempre meno la moralità nell’esercizio della politica nel nostro Paese. È necessario evitare situazioni come quella italiana, dove il primo partito nelle ultime elezioni è risultato quello del comico Beppe Grillo, vittorioso...

  • Creato il .

L’Associação Nacional de Jornais (ANJ) ha dichiarato di voler abbandonare Google News. Nel corso dell’assemblea generale dell’Inter American Press Association, i rappresentanti del motore di ricerca hanno sostenuto di non dover pagare per avere il diritto di pubblicare i titoli della stampa nazionale, poiché Google garantirebbe benefici alle testate reindirizzando sui singoli siti un copioso traffico di utenti. L’ANJ, con 154 membri, il 90 per cento dei quotidiani nazionali, tramite il suo...

  • Creato il .

Dintorni. Ossia tutto ciò che c’è intorno alle parole, e non solo. Questo è Riccardo Vitanza, numero uno della comunicazione musicale in Italia che rappresenta, quale ufficio stampa, artisti del calibro di Francesco De Gregori, Zucchero, Claudio Baglioni, Francesco Guccini, Luciano Ligabue, Elisa, Renato Zero, Charles Aznavour, Vinicio Capossela, Umberto Tozzi, Piero Pelù, e infiniti altri simboli musicali, come anche artisti emergenti. Lui li individua, li scopre, li sceglie, li produce...

  • Creato il .

Anci, Associazione nazionale comuni italiani, e Fieg, Federazione italiana editori giornali, hanno sottoscritto oggi a Roma un protocollo d’intesa per salvaguardare la rete delle edicole e trasformarla in rete di servizi al cittadino. A tal fine le amministrazioni comunali, a partire dai comuni capoluogo di regione e provincia, dovranno ridurre considerevolmente i canoni delle edicole per le occupazioni permanenti e temporanee di suolo pubblico ed esonerare dall’imposta le locandine editoriali...

  • Creato il .

Le soluzioni di stampa grande formato imagePROGRAF di Canon, leader mondiale nelle soluzioni di imaging, si sono aggiudicate ben 3 premi assegnati dall’organizzazione Keypoint Intelligence - Buyers Lab (BLI), tra cui il prestigioso ‘2017 Wide-Format Printer Line of the Year Award” come miglior linea in termini di eccellenza tecnologica, affidabilità, user experience e qualità di stampa. I ‘Pick’ Awards per le soluzioni di stampa grade formato vengono assegnati una volta l’anno solo ai prodotti...

  • Creato il .

La Federazione italiana editori giornali, fondata nel 1950, rappresenta le aziende editrici di giornali quotidiani e periodici e le agenzie nazionali di stampa. Vi aderiscono l’Associazione stampatori italiana giornali e la Federazione delle concessionarie di pubblicità. Tra i suoi scopi, previsti dallo Statuto, rientrano la tutela della libertà di informazione; la tutela dell’economicità delle aziende editrici quale condizione essenziale per l’esercizio della libertà di informazione; lo...

  • Creato il .

Sei operatori europei nei servizi di media monitoring e media analysis hanno stretto una collaborazione per la formazione di un’alleanza internazionale: la Global Media Intelligence (GMI). A formare la GMI sono l’italiana Eco della Stampa, la francese Argus de la Presse, la belga Auxipress, la spagnola Acceso, la britannica Pressdata e la tedesca Unicepta, che in futuro coordineranno le loro risorse in un’unica offerta al fine di fornire ai clienti un servizio migliore. Eco della Stampa è...

  • Creato il .

L’opinione del Corrierista

Era una valida, irripetibile, velocissima categoria di giornalisti quella che, con il rapido sviluppo delle tecnologie telematiche e informatiche, sembrava in procinto di scomparire, stranamente oggi questa categoria invece - quella dei cronisti - sembra dare segni di vita.
Cercando di continuare a guardare tutto ciò che avviene intorno a noi, con l’occhio, appunto, del cronista incallito, qualche settimana fa sono stato invitato a cena in casa di amici, gente...

  • Creato il .

L’opinione del Corrierista

 

Il 2014 è stato un anno travagliato per la stampa italiana. E il 2015, appare non da meno. Travagliato, il 2014, per vari motivi, meglio definibili errori. Ma sembra non abbiano insegnato nulla alla categoria dei giornalis ti, nel complesso. È vero che va sempre restringendosi il numero di quanti siano in grado e vogliano imparare qualcosa, mentre cresce quello di chi ritiene di poter svolgere tale attività senza possederne ed anzi senza doverne possedere i...

  • Creato il .

L’opinione del Corrierista

Il 30 aprile scorso il Corriere della Sera ha dato ai propri lettori un’altra notizia, oltre alle solite di cronaca nazionale, internazionale e interplanetaria: perché si è consolidato ormai in questi ultimi decenni anche un nuovo settore, quello dello spazio interstellare, nel quale ogni giorno si svolgono un’altra vita e altre attività umane. Quel giorno è cambiato il direttore del grande quotidiano: a Ferruccio De Bortoli è subentrato Luciano Fontana, un «Super...

  • Creato il .

L’opinione del Corrierista

Dopo aver ascoltato la diagnosi sullo stato di salute della carta stampata, stilata lo scorso 16 aprile dal presidente degli editori di giornali Carlo Malinconico nell’assemblea annuale della Fieg, la loro associazione, resterebbe solo da suonare a morto. A suo dire, infatti, la stampa è soggetta a mille attacchi, è affetta da mille malanni. Subisce innanzitutto i «terribili effetti» dell’attuale crisi economica; le perdite sono aumentate del 100 per cento, gli utili...

  • Creato il .

L'opinione del Corrierista

E basta con questi riti centenari celebrati dalla carta stampata, ovvero della Federazione nazionale della Stampa i cui vertici ogni anno, anche se loro all’epoca non esistevano e non ne sanno nulla - e lo dimostrano ampiamente ripetendo sempre le stesse cose scritte da gente scomparsa anche una quarantina di anni fa-, si danno convegno nei luoghi più «sacri» della Patria, il Vittoriano, il Quirinale, per ripetere le stesse scene, le stesse frasi, gli stessi...

  • Creato il .

L’opinione del Corrierista

Dato per scontato il valore della libertà di stampa, resta da riflettere sulla libertà dei giornalisti. La somma perfetta sarebbe libertà di stampa più giornalisti liberi, ma la perfezione non è propria del pianeta dell’informazione, il luogo più adatto, semmai, per il felice aforisma di Leo Longanesi: «Non è la libertà che manca; mancano gli uomini liberi».
Il giornalista libero non è quello capace di criticare il proprio editore - in tal caso si tratterebbe di eroe...

  • Creato il .

L’opinione del Corrierista

 

«La crisi economica sta facendo più male alla stampa che a qualsiasi altro settore o comparto economico, industriale, culturale. Questo si afferma anche nei paludati convegni appositamente organizzati dal mondo competente, quello dei fabbricanti e venditori di carta e quello dei produttori di carta stampata. Si può attribuire la ridotta vendita di carta al calo generale dei consumi registratosi in questi ultimi anni, ma fenomeni passeggeri non possono trarre in...

  • Creato il .

L'opinione del Corrierista

Da quanti anni si assiste a prospettive di divisione sindacale dei giornalisti, che sono tutti riuniti in un’unica organizzazione, la Federazione Nazionale della Stampa Italiana? Non ricordo il numero, ricordo solo la fondatezza alcune volte dei motivi di tale minaccia e la sua rapida scomparsa. Tale divisione non è mai avvenuta, anche se la categoria ha sempre mostrato notevole vitalità, vivacità e attività associativa e sindacale. Qual è il fattore ricompattante...

  • Creato il .

L’opinione del Corrierista


Alla fine dello scorso mese di settembre il Corriere della Sera si è presentato ai lettori in una nuova veste grafica il cui principale aspetto è costituito dalle ridotte dimensioni delle pagine. In tal modo, pur essendo, da oltre un secolo, il primo giornale d’Italia in tutto, è giunto per ultimo a quella che dovrebbe essere una riforma diretta al miglioramento della lettura e, ovviamente, dei contenuti. Dovrebbe essere un merito del Corriere essere il primo anche...

  • Creato il .

L’opinione del Corrierista

 

«Senza lettura non c’è crescita». La filiera «Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione» ha ideato questo promettente e affascinante tema da dibattere a Roma il 26 febbraio scorso, nel Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva, complesso acquisito negli scorsi anni, all’epoca delle «vacche grasse», dal Senato della Repubblica aumentando spese e costi degli organi para-istituzionali; è situato in una cornice irripetibile, a confine con il Pantheon, il...

  • Creato il .

L'opinione del Corrierista

Per i giornalisti italiani questo è un periodo veramente triste. Non tanto per quello che avviene nel loro ambiente, ma soprattutto per quello che si sente dire e che si legge in giro; per quelle credenze che proprio loro, gli stessi giornalisti, diffondono tramite giornali, internet ed emittenti pubbliche e private. Ovunque, infatti, si annuncia l’agonia della carta stampata, si citano dati catastrofici, crolli di vendite, moria di testate, introiti pubblicitari...

  • Creato il .

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa