Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • Home
  • Rubriche
  • Le Ultimissime
  • NONA GIORNATA DEDICATA AL RICORDO DEI CADUTI MILITARI E CIVILI NELLE MISSIONI INTERNAZIONALI PER LA PACE
  • 008

NONA GIORNATA DEDICATA AL RICORDO DEI CADUTI MILITARI E CIVILI NELLE MISSIONI INTERNAZIONALI PER LA PACE

Questa mattina, alla presenza del ministro della Difesa Roberta Pinotti, si sono svolte le celebrazioni della nona giornata dedicata al ricordo dei caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace, aperta con la deposizione di una corona di alloro sulla tomba del Milite Ignoto nell’Altare della Patria e proseguita con la messa nella basilica di Santa Maria in Aracoeli alla quale erano presenti, tra gli altri, il presidente del Senato Pietro Grasso, il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri, i presidenti delle commissioni Difesa di Camera e Senato Garofani e Latorre, il capo di Stato maggiore della Difesa generale Claudio Graziano, i vertici delle Forze Armate.

Durante la messa, è stato letto il seguente messaggio del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella:

«Nella celebrazione della Giornata dedicata al ricordo dei caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace, rivolgo il mio deferente e commosso pensiero a tutti coloro che hanno perso la vita impegnati nella pacificazione delle aree di crisi, per sconfiggere il terrorismo transnazionale e radicale, per dare alle popolazioni oppresse la speranza di un futuro migliore.

I militari ed i civili che operano con professionalità e grande generosità nelle più travagliate regioni del mondo, dall'Africa al Medio Oriente, dall'Afghanistan all'Iraq - quest'anno ricorre il 14° anniversario della strage di Nassiriya - sono il simbolo di un impegno forte a tutela del bene comune, dell'affermazione del rispetto reciproco e dei diritti umani, valori su cui si fonda la nostra Carta costituzionale.

I nomi dei tanti caduti che oggi commemoriamo, fedeli e coraggiosi interpreti del nostro impegno al servizio della collettività, resteranno sempre impressi nella nostra memoria. A tutti loro tributiamo la nostra profonda riconoscenza.

Con questi sentimenti mi stringo affettuosamente vicino, insieme al Paese intero, ai familiari dei caduti e partecipo al loro profondo dolore».

Tags: Sergio Mattarella Ministero della Difesa forze armate Claudio Graziano Novembre 2017

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa