Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • 008

GLI AGRICHEF CIA PROTAGONISTI ALL’11° COMPLEANNO DI EATALY

Eataly dedica ai contadini l’11° compleanno del suo primo negozio, quello di Torino Lingotto, e sceglie gli agrichef di Cia-Agricoltori Italiani per la cena di compleanno organizzata in collaborazione con Slow Food e in programma giovedì 25 gennaio, dalle ore 19, in tutti i ristorantini nello store di Roma Ostiense.

Arrivano da tutta Italia e dai territori colpiti dal sisma del 2016, sono produttori agricoli, cuochi e cuoche, ambasciatori del cibo sano attraverso la cucina in agriturismo, rispettano la stagionalità e i saperi contadini, tutelano la biodiversità: in 11, come le candeline di Eataly, porteranno piatti della tradizione contadina, con ricette regionali, originali e rivisitate, utilizzando prodotti stagionali rigorosamente del territorio e di loro produzione. Ecco, regione per regione, la proposta degli chef e gli agriturismi di provenienza.

Più nel dettaglio, l'agrichef è un cuoco/cuoca di comprovata abilità ed esperienza che esercita nell’agriturismo. Può essere il titolare d’azienda o un elemento della famiglia ma anche un esterno che però si impegna a trasformare principalmente produzioni agricole aziendali, o di prossimità, nel rispetto della stagionalità e nella realizzazione delle pietanze utilizza ingredienti legati alla tutela della biodiversità. Questo per favorire, attraverso il continuo consumo di specifici prodotti, la costante coltivazione dei medesimi, preservandoli così dal rischio dell’estinzione. Un processo virtuoso, quindi, per l’agricoltura nel suo complesso, che rifugge la standardizzazione delle produzioni.

 

PIEMONTE Ravioli al plin di Punto Verde Ponti

Pian dei Verdi - Regione Cravarezza 74, Ponti

LOMBARDIA Risotto con pasta di salame e bonarda della Cascina Carolina 

Via Mulino 97, Garlasco

MARCHE Timballo ascolano dell'agriturismo Villa Cicchi

Via Salaria Superiore 137, Abbazia di Rosara (agriturismo colpito dal sisma)

TOSCANA Peposo di Lia con sformatino di verdure di campo di Villa Caprareccia

Via Bolgherese 4, Bibbona

LAZIO Spaghetti all’amatriciana di Lu Ceppe

Via Gentili 3, Cittareale (agriturismo colpito dal sisma)

UMBRIA Lenticchie e salsiccia di "Il margine"

Case Sparse 300/a, Norcia (agriturismo colpito dal sisma)

ABRUZZO Timballo teramano di Capodacqua

Contrada Scansature, 17/A - Montegualtieri - Cermignano

CAMPANIA Cardone beneventano della Collina di Roseto Contrada Roseto, Benevento 

PUGLIA Tria con ciceri e cauli di "Gli ulivi"

Via Marina Serra, Tricase

CALABRIA Antipasto con salumi di suino nero di Calabria, nduja e caciocavallo della Fattoria Biò

Contrada S. Maria Lagarò, Camigliatello Silano

SICILIA Involtini Bergi ai sapori di siciliana di Bergi

SS 286 per Geraci Siculo, Km 17,50 - Castelbuono

 

 

Tags: agricoltura agricoltori Cia-Agricoltori Italiani slow food chef aziende agricole food gennaio 2018 Eataly agriturismo Specchio gastr(ec)onomico

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa