Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • 008

Piccola guida ai libri di cultura

Nulla è per caso - di Roberto Spingardi
Fausto Lupetti Editore
«L’idea che mi ha portato a scrivere il mio primo romanzo è stata semplice: un po’ di tempo fa andai in libreria e trovai un libro dal titolo ‘Scrivere un best seller’, mi incuriosì e lo presi. Sfogliandolo mi resi conto che era come un invito a stilare qualcosa e così ho fatto. Ho voluto mescolare gli elementi autobiografici con altri elementi interamente frutto della mia fantasia». Manager aziendale di lungo corso, giornalista e autore di una trentina di saggi che si dipanano dall’economia manageriale fino ad opere umoristiche concepite come divertimento e gioco, Roberto Spingardi conserva nel proprio bagaglio culturale uno dei tesori più preziosi che uno scrittore possa avere: il viaggio. Un uomo che ha viaggiato ha gli occhi e la mente traboccanti di materiale e di storie da raccontare, che possono essere plasmate e trasformate dalla fantasia e che l’autore, difatti, ha travasato direttamente sulla carta nel suo primo lavoro di narrativa, un thriller dal titolo «Nulla è per caso», edito dalla Fausto Lupetti.
 La storia ha inizio nella «Città Eterna» - la città di cui l’autore è un profondo conoscitore di storie segrete, leggende e miti - ma si dipana in molteplici luoghi, da Bangkok, a Palermo e Atene, da Marrakech a Lugano, che diventano essi stessi il labirinto, piacevole o avverso, di una vicenda ricca di suspense e di contromosse atte a stimolare le più diverse emozioni e sensazioni del lettore. I protagonisti partecipano a una partita che confonde continuamente il bene con il male, il fine con i mezzi, l’amico con il nemico, e dalla quale il messaggio che traspare è che nulla di ciò che avviene è per caso; a partire dalla misteriosa doppia vita della protagonista Arline, le cui arti seduttorie sono spesso causa di complicazioni sentimentali, di imprevisti e di situazioni inquietanti, e dall’inseguimento di una borsa contenente una grande quantità di denaro o forse qualcosa di molto più prezioso, e dal quale si dirama una vicenda ingarbugliata da travolgenti e mirabolanti imprevisti. Dalla penna di Roberto Spingardi esce fuori un thriller mozzafiato ricco di situazioni e di avvenimenti particolari, di luoghi e di spostamenti repentini, un romanzo dai grandissimi ritmi colmo di citazioni e digressioni che, anziché annoiare e distrarre, spostano il punto di vista del lettore sorprendendolo di continuo. L’autore è entrato nel «mondo romanzo» con un modo di scrivere tutto suo che contiene gli studi che ha fatto e i libri che ha scritto e che cattura il lettore con la continua sensazione che qualcosa sta per accadere. Del resto... nulla accade per caso.   

Un destino asiatico - di Gwendolyn Simpson Chabrier
Armando Curcio Editore
Una storia di vita vissuta tra Oriente e Occidente, la testimonianza di una bambina che vive sfarzi e contraddizioni di entrambi i mondi. Sin da piccola Sabrina viene catapultata dagli Stati Uniti in Asia. Il mondo in cui si trova a vivere è meraviglioso, ricco e sgargiante. Frequenta regge e principi, stringe persino amicizia con l’attivista birmana Aung San Sun Kyi. Quando sposa un uomo misterioso, lui si dimostra freddo e distaccato. Finché, in punto di morte, le rivela il proprio segreto. Sabrina torna allora in Asia sulle sue tracce, ma è costretta a fuggire di nuovo, con la speranza di ritornare. In quest’ultimo romanzo semi-autobiografico la scrittrice americana, che ha vissuto in Francia e negli Stati Uniti insegnando nelle università di New York, Rouen e alla Sorbona ed è autrice di numerosi libri pubblicati in varie lingue, crea un’affascinante giustapposizione di cultura orientale e occidentale, scritta con l’autenticità di chi ha colto il lato migliore e il lato peggiore di entrambe.

Impara a pensare come Steve Jobs - di Daniel Smith
Anteprima Editore
Steve Jobs credeva fermamente nei ribelli, negli individui fuori dagli schemi, in coloro che «spingono avanti l’umanità» e non hanno paura di sfidare le regole, perché vogliono cambiare il mondo. Jobs è stato un eversore dell’industria della tecnologia informatica, ma è stato anche un uomo che ha riflettuto molto sul senso profondo della propria attività, concepita prima di tutto come una sfida a sé stesso. L’autore del libro ha organizzato il Jobs-pensiero in brevi capitoli, ognuno dedicato a un messaggio significativo, a un’idea rivoluzionaria, a un atteggiamento vincente del fondatore di Apple.

L’arte di produrre Arte. Imprese italiane del design a lavoro
Nel panorama produttivo italiano c’è qualcosa in grado di far riemergere l’Italia; qualcosa di immateriale, capillare e creativo, capace di competere con tutti i prodotti dell’economia poiché rappresenta la straordinaria unicità del Paese. Si tratta della Cultura che, se legata agli aspetti produttivi, può concretizzarsi in molteplici opportunità. Fornire indicazioni utili in questa direzione è il principale intento del Rapporto «L’arte di produrre Arte. Imprese italiane del design a lavoro» dell’Associazione Civita con il contributo e la collaborazione della Fondazione Roma, a cura di Pietro Antonio Valentino, edito dalla Marsilio. Il libro illustra la dimensione e la dinamica dei diversi tipi di imprese che costituiscono l’Industria culturale e creativa e, in particolare, il ruolo del design e le sue relazioni con il tessuto produttivo italiano.




Tags: Ottobre 2014

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa