Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • 008

ABB e Ansaldo Energia, ecco il sistema di controllo turbine

L’amministratore delegato Giuseppe Zampini e il direttore generale  Claudio Nucci di Ansaldo Energia, insieme al responsabile  della divisione Power Systems Giovanni Battista Ferrari

L'ABB e Ansaldo hanno presentato il sistema di controllo di turbine a gas e a vapore Ansaldo Energia, frutto di un importante accordo stipulato nel 2010. La grande esperienza nel settore, il linguaggio comune, la perfetta complementarietà delle competenze e la pluriennale collaborazione sono i punti di forza di questo cammino compiuto insieme. Dal 1974 ad oggi le due società hanno infatti condiviso il campo applicativo installando più di 300 turbine a gas e vapore in oltre 160 siti e portato nel territorio genovese una preziosa esperienza. La divisione Power Systems di ABB ha messo a disposizione la propria tecnologia e conoscenza del controllo della generazione Symphony™ Plus che, con oltre 6 mila applicazioni, è la più utilizzata al mondo. Ansaldo Energia ha fornito il proprio know-how di produttore tecnologicamente indipendente di macchinari e impianti e i propri laboratori di simulazione dinamica per la qualifica dei prototipi. La realizzazione di questo sistema rappresenta un significativo passo in avanti e ha richiesto 50 mila ore di ingegneria, pari a trent’anni/uomo (una unità di misura che calcola l’equivalente a tempo pieno del lavoro svolto) per lo sviluppo di ricerca e sviluppo. La felice vicinanza geografica ha rappresentato un ulteriore elemento di successo e ha permesso di ottimizzare le competenze e le rilevanti componenti di ricerca sviluppate in sito da entrambi i partner, nell’ottica di una collaborazione sempre più stretta. Il sistema di controllo per turbine a gas e a vapore ha il marchio Ansaldo Energia ed è basato su tecnologia Symphony™ Plus di ABB, che si caratterizza per l’elevata potenza di calcolo, flessibilità e compatibilità verso i dispositivi di comunicazione più avanzati. La modularità e la standardizzazione sono caratteristiche fondamentali del sistema di controllo che può essere applicato, nelle sue varie configurazioni, a tutti modelli di turbina a gas e a vapore esistenti e a quelli in sviluppo di Ansaldo Energia. Il sistema di controllo, infatti, rappresenta l’intelligenza che permette di sfruttare le grandi potenzialità del macchinario/impianto e di rispettare i requisiti di flessibilità sempre più stringenti richiesti dai clienti e dall’ambiente. «Questo importante risultato evidenzia la capacità di sviluppare competenze di rilievo in ambito territoriale, esportabili in tutto il mondo–ha affermato Giovanni Battista Ferrari, responsabile della divisione Power Systems dell’ABB Italia–. Genova si conferma così come uno dei più importanti centri italiani di innovazione tecnologica nel settore energetico e una fucina di idee e di soluzioni, sempre più aperta verso i mercati internazionali». Giuseppe Zampini, amministratore delegato di Ansaldo Energia, ha osservato invece come «questa collaborazione si inserisca compiutamente nel percorso di innovazione di Ansaldo Energia, che si è data come obiettivo lo sviluppo di sistemi sempre più flessibili, collaborando con tutte le realtà territoriali più significative». Entrando più in dettaglio, il nuovo sistema di controllo è stato appositamente sviluppato per le turbine a gas e a vapore di Ansaldo Energia che completa così il proprio portafoglio d’offerta. Le turbine rappresentano un componente ad alto valore aggiunto tecnologico e sono il cuore di un impianto di generazione elettrica. Il sistema di controllo per certi versi rappresenta la testa dell’impianto, ovvero un’apparecchiatura elettronica - altrettanto sofisticata - che rende possibile il funzionamento e la protezione delle turbine stesse, attraverso algoritmi di calcolo che garantiscono le prestazioni nonché alti standard di sicurezza e la conformità ai più stringenti requisiti internazionali. I sistemi di controllo sono un complesso insieme di hardware e software; la loro evoluzione tecnologica è essenzialmente di tipo informatico. Le soluzioni di ultima generazione - pur facendo lo stesso mestiere di quelle realizzate negli anni passati - lavorano in maniera più sofisticata ed efficace, e permettono di utilizzare il macchinario al quale sono applicate con livelli di efficienza nettamente superiori. Numerosi sono i punti a favore di questo nuovo sistema di controllo: minori costi globali di gestione rispetto alle generazioni precedenti, maggiore sicurezza (anche nei confronti della «cyber security»), aumento dell’affidabilità e disponibilità degli impianti nonché della flessibilità di gestione degli stessi. Il sistema è stato infatti progettato per coprire le esigenze di tutti i modelli di turbine a gas e a vapore Ansaldo Energia, già esistenti o di prossima realizzazione, e integrato con i sistemi di controllo degli impianti. La possibilità di certificazione SIL3, emessa in accordo con le normative internazionali IEC 61508 e IEC 61511, costituisce un ulteriore asset fondamentale del nuovo sistema. Il quadro normativo delineato da questo Standard fornisce ai produttori linee guida e best practice inequivocabili per lo sviluppo dei propri sistemi di sicurezza, e offre ai clienti un riferimento ideale per valutare le capacità di riduzione dei rischi di un sistema. Tali normative, non ancora obbligatorie per le aziende, rappresentano però lo stato dell’arte della sicurezza funzionale negli impianti. Symphony™ Plus, da cui nasce il sistema di controllo con marchio Ansaldo Energia, è stato presentato nel 2011 e rappresenta l’ultima evoluzione di una tecnologia che ABB possiede e sta usando sui principali mercati globali da molti anni, con una base installata pari a circa 6 mila siti. A Genova, nel polo dell’energia, si trovano a convivere due esperienze di grande importanza: la tecnologia Ansaldo Energia sulle macchine rotanti (elementi sempre più sofisticati, che lavorano spesso in condizioni critiche), e la tecnologia di controllo della generazione sviluppata da ABB. Due competenze fondamentali che si sono potute sviluppare in parallelo, e nel modo più efficiente, grazie alla trentennale collaborazione dei due marchi coinvolti - ABB e Ansaldo Energia - e alla stretta sinergia maturata sul campo. L’evento si è svolto nella sede genovese di ABB, denominata «Green Building» per il colore della parte vetrata destinata a uffici che spicca sul basamento occupato da laboratori e sale prova. Ospita, infatti, attività d’ingegneria, produzione, ricerca e sviluppo, vendita e Service, che generano anche un importante indotto. Le competenze camminano sulle gambe delle persone. Da un lato, gli specialisti ABB di stanza a Genova della divisione Power Systems si occupano di progettazione, produzione e fornitura «chiavi in mano» di sistemi e servizi di supervisione, telecomunicazione, controllo, misura e protezione per gli impianti di produzione dell’energia e per le reti di trasmissione e distribuzione. Dall’altro, i tecnici di Ansaldo Energia, che lavorano nello stabilimento di Ansaldo Energia di Genova Campi, distante veramente pochi chilometri dalla sede ABB, afferiscono alla funzione Innovazione e Sviluppo Prodotti relativa agli impianti di automazione diagnostica. Queste informazioni di dettaglio servono anche a sottolineare un concetto che ha fatto da fil rouge a tutta la cerimonia, quello del «genius loci». Il risultato ottenuto valorizza, infatti, ulteriormente la vocazione all’export del territorio genovese: ABB e Ansaldo Energia riassumono compiutamente lo spirito di realtà aziendali sempre più aperte verso i mercati emergenti dello scenario internazionale. Sul canale YouTube di Ansaldo Energia è disponibile una sintesi della cerimonia e della presentazione del sistema. Cliccando sul video è possibile ascoltare, oltre agli interventi dei capi azienda, anche quelli dei tecnici Sergio Durando di ABB, direttore del Power and Water Automation Product Group all’interno del settore Power Generation business, e Claudio Ravera di Ansaldo Energia, del settore dell’innovazione e dello sviluppo del prodotto ■

Tags: Novembre 2012 Ansaldo Energia

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa