Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • Home
  • Articoli
  • Articoli
  • simulazione ad alta fedeltà, al gemelli i medici si preparano per situazioni cliniche complesse
  • 008

simulazione ad alta fedeltà, al gemelli i medici si preparano per situazioni cliniche complesse

Sala Elettra del CELL, il Centro di simulazione sicurezza del paziente

Simulazione di scenari clinici complessi per arrivare a una gestione «a zero errori» da parte dei team sanitari multi-professionali e multi-disciplinari coinvolti: ciò è oggi reso possibile da un accordo siglato il 5 dicembre 2014 da Maurizio Guizzardi, che lo scorso 31 dicembre ha concluso il suo mandato da direttore del Gemelli, e Luca Quareni, amministratore delegato e presidente del gruppo padovano QBGroup, operativo nel settore della «e-Health», che garantisce il dialogo tra i diversi operatori della sanità offrendo e integrando servizi scientifici e prodotti di comunicazione tecnologicamente avanzati.
Prima tessera del mosaico per sviluppare un ambiente di formazione all’avanguardia, definita «esperienziale», nel Centro di simulazione in corso di realizzazione presso la sede di Roma dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, l’accordo permetterà al Policlinico di avvalersi dell’innovativa e originale tecnologia CELL (Centre For Experiential Learning), che ha già all’attivo 76 mila ore di formazione, offerta ad oltre 9.500 specialisti nelle diverse scienze mediche.
Il CELL di Padova, ospitato nel Palazzo della Salute che sorge nell’antico edificio sede dell’Ospedale di San Francesco Grande del 1414 (la più antica clinica medica al mondo), prevede anche una versione mobile, chiamata «Cell Explorer», prototipo unico al mondo, in grado di spostarsi in ogni luogo, replicandone gli ambienti e le tecnologie e consentendo di offrire questa peculiare metodologia formativa in modo capillare ovunque, anche fuori dai confini italiani, in tutta Europa.
I numeri sugli errori e sui danni evitabili a pazienti nei sistemi sanitari non accennano a diminuire; anzi, recentissime segnalazioni americane indicano delle cifre che fanno degli errori sanitari una causa di morte 10-20 volte superiore a quelle più comuni. Al centro del nuovo accordo, dunque, la sicurezza del paziente, con la possibilità di imparare a gestire al meglio le situazioni di crisi e gli errori e migliorare le prestazioni sanitarie: dalla possibilità di praticare procedure chirurgiche reali su simulatori di pazienti, alla gestione della comunicazione con attori nel ruolo di pazienti. I team multi-disciplinari e multi-professionali richiedono coordinamento e abilità comunicative, aspetti cui non è stata prestata sufficiente attenzione sino ad ora nei percorsi formativi dei professionisti della salute.
La metodologia esperienziale del CELL è unica e rappresenta un’avanguardia a livello internazionale. Utilizzando sofisticate e moderne attrezzature audio-video e cinestesiche, come per esempio la manipolazione di modelli anatomici tridimensionali attraverso sistemi basati sull’interazione naturale, CELL permette la gestione di casi clinici di variabile complessità da parte di team sanitari multi-disciplinari e multi-professionali.
L’uso della metodologia all’interno del Centro consentirà per la prima volta l’impiego di questo potente strumento formativo anche in ambiti fino a ora non praticati, com’è il caso della didattica offerta nei corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Scienze infermieristiche e nelle scuole di specializzazione mediche. Inoltre, saranno disponibili percorsi formativi per esterni in simulazione altamente avanzata e con apprendimento «esperienziale» per tutti i professionisti che operano nel mondo della salute e sanità. I lavori di realizzazione del Centro CELL presso il Policlinico Gemelli e la preparazione dei casi clinici simulati sono in corso con un previsione di operatività per settembre 2015.

Tags: Gennaio 2015 sanità formazione ospedali professioni sanitarie Policlinico A. Gemelli tutela della salute strutture sanitarie

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa