Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • 008

Hassi Messaoud, l’ultima tappa di Ansaldo Energia in Algeria

Centrale a ciclo aperto di Larbaa (nei pressi di Algeri), realizzata da Ansaldo Energia

La prima presenza di Ansaldo Energia - la più grande azienda in Italia e una tra le principali del mondo per la fornitura, l’installazione e il service di impianti e componenti per la generazione di energia, sottoposta al controllo congiunto di Finmeccanica e First Reserve Corporation - risale agli anni Settanta, quando venne realizzata ad Annaba, per conto di Sonelgaz, una centrale elettrica policombustibile di una potenza di 75 MW. Successivamente la presenza di Ansaldo Energia in Algeria si è andata consolidando e solo tre anni dopo, nel 1973, la società ha ottenuto un contratto per la realizzazione della centrale termoelettrica policombustibile di Ravin Blanc (1x75 MW) nel porto di Orano. Nel 1981 Ansaldo Energia si è poi aggiudicata un contratto per la costruzione di tre centrali policombustibili a Mers el Hadjadj (Orano) di una potenza di 3x168 MW: un importante successo dal momento che Orano rappresentava, per l’epoca, il più rilevante complesso di centrali elettriche mai realizzate in Algeria. Dieci anni dopo Ansaldo Energia ha quindi ottenuto un contratto per l’ampliamento della centrale di Mers Hadjadj, costituito da ulteriori due unità dalla potenza di 168 MW ciascuna. A seguito dell’introduzione della tecnologia delle turbine a gas in Algeria, nel 1999 Ansaldo Energia ha conseguito un contratto per la realizzazione della centrale in ciclo aperto di Hamma (2x225MW). Sono poi del 2007 ulteriori contratti per la realizzazione chiavi in mano di tre centrali in ciclo aperto: quattro gruppi da 140 MW di Larbaa (Blida), due da 130 MW di Ain Djasser (Batna), due da 215 MW di M’Sila, tutte entrate in servizio nel 2010. Nel corso del 2011 Sonelgaz, confermando la pluridecennale soddisfazione per la collaborazione con Ansaldo Energia, le ha conferito la realizzazione di ulteriori due centrali a ciclo aperto: due gruppi da 130 MW, quale estensione della già realizzata centrale di Ain Djasser, e due da 140 MW di Labreg. Queste due centrali in costruzione vengono equipaggiate con due turbine a gas di modello AE 94.2 con possibilità di utilizzare sia gas naturale sia olio combustibile rispettando i limiti di emissioni vigenti nel Paese stesso. In caso di mancanza di gas naturale, infatti, l’impianto potrà continuare ad apportare potenza nella rete algerina utilizzando olio combustibile. Il contratto prevede inoltre un’importante fornitura di pezzi di ricambio e attività di service. La turbina a gas AE 94.2 si adatta particolarmente bene all’area del Nord Africa in quanto, pur assicurando un buon livello di efficienza per le macchine della sua stessa classe, garantisce soprattutto una grande affidabilità. Il contratto per l’assegnazione della centrale di Hassi Messaoud è stato vinto a seguito di una gara pubblica internazionale a cui hanno partecipato i più importanti player del mercato energetico mondiale quali la statunitense General Electric e la tedesca Siemens. Ansaldo Energia fornirà al Cliente Sociéte Algérienne de Production de l’Electricité (SPE), società appartenente sempre al gruppo Sonelgaz, la centrale a ciclo aperto di Hassi Messaoud (Wilaya d’Ouargla), nell’Algeria centro-orientale a circa 850 km a sud-est della capitale Algeri, con una potenza globale superiore a 660 MW. La centrale comprende tre gruppi di turbine a gas modello AE 94.3A comprensive di alternatori, fabbricate nello stabilimento di Genova. Ansaldo Energia supera il traguardo di 4.400 MW di potenza complessiva installata nel Paese e questo contratto assume particolare rilevanza in quanto prosecuzione di un consolidato rapporto che ha portato nel corso del 2011 alle precedenti acquisizioni di Ain Djasser e Labreg. L’azienda, forte della sua quarantennale presenza nel Paese, si conferma come uno dei partner principali nello sviluppo del piano strategico per la produzione di energia elettrica in Algeria, che prevede nel medio periodo l’installazione di ulteriori 8.000 MW. 

Tags: Dicembre 2012 Ansaldo Energia

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa