Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • Home
  • Articoli
  • Articoli
  • Anac e Ocse insieme per la trasparenza - Raffaele Cantone e Angel Gurria approfondiscono la collaborazione
  • 008

Anac e Ocse insieme per la trasparenza - Raffaele Cantone e Angel Gurria approfondiscono la collaborazione

Raffaele Cantone, presidente dell’Anac

Il segretario generale dell’Ocse Angel Gurria e il presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione italiana Raffaele Cantone hanno sottoscritto a Londra, dove erano per partecipare al Summit internazionale anticorruzione, un Protocollo d’Intesa per la promozione dell’integrità e della trasparenza. Alla cerimonia di firma ha partecipato il Capo delegazione italiana al Summit, il Ministro della Giustizia Andrea Orlando.
 Il Protocollo si muove in una linea di perfetta continuità con il Protocollo firmato dalle stesse parti nel 2014, relativo alla supervisione e al monitoraggio delle procedure di appalto di Expo Milano 2015, che ha permesso la sperimentazione di un generale modello di cooperazione istituzionale e di vigilanza degli appalti pubblici per massimizzare la trasparenza, la correttezza e l’efficacia dei preparativi dell’Expo 2015.
L’attuale Protocollo si propone di continuare ed approfondire la collaborazione su tale falsariga incrementando la trasparenza e l’integrità nel settore dei grandi eventi e delle relative infrastrutture. Le parti coopereranno attraverso la condivisione di metodologie e best practices per la promozione dell’integrità e della trasparenza, scambi informativi, organizzazione di eventi e coinvolgimento di altri partner istituzionali.
 Il presidente Cantone ha sottolineato «la bontà della collaborazione fra Anac e Ocse e i grandissimi benefici che ha apportato», concetto ribadito dal segretario generale Gurria che, da parte sua, ha ribadito che «la corruzione è uno degli impedimenti più nocivi all’efficacia degli investimenti. Non solo li riduce ma ne peggiora la qualità. La collaborazione fra Anac e Ocse fornirà ulteriore stimolo agli sforzi Internazionali nella lotta al crimine».
 Il ministro Orlando ha sottolineato che «con questo ulteriore passo il nostro Paese manifesta la volontà a partecipare e contribuire ad un’azione multilaterale di lotta alla corruzione, fondamentale non solo al fine di rafforzare l’azione collettiva ma anche per misurare, in modo obiettivo, i progressi dei singoli ordinamenti».

Dichiarazione del presidente cantone al summit contro la corruzione a Londra
«La presa di coscienza, a livello apicale, che la corruzione è un cancro del mondo globalizzato è un enorme passo avanti per combattere tale fenomeno e per creare anticorpi alla malattia nella società civile, creando in tutti i Paesi una cultura di contrasto al malaffare». Lo ha dichiarato il presidente dell’Anac Cantone, al termine del Summit Internazionale contro la corruzione, tenutosi a Londra. 
«Ho ritenuto essenziale sottolineare durante il Summit l’importanza dell’adozione di misure preventive della corruzione da parte delle Amministrazioni pubbliche e delle società private in tutto il mondo. Le misure preventive, e in generale l’accentuata attenzione verso la trasparenza, non solo riducono i fenomeni di malaffare ma aumentano la fiducia nelle istituzioni, generando un circolo virtuoso dei comportamenti. A livello globale, possiamo e dobbiamo fare molto di più in materia di prevenzione della corruzione».
 Il presidente Cantone intervenendo alla II sessione del Summit ha ricordato che «nella lotta alla corruzione è importante spezzare il legame omertoso fra corruttore e corrotto», parlando anche dell’esperienza italiana di nuovi metodi di contrasto, fra i quali la confisca senza condanna. Questo importante concetto è stato ripreso in chiusura di sessione anche dal Primo Ministro britannico David Cameron.   

Tags: Giugno 2016 ANAC Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone Ministero della Giustizia

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa