Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • 008

ITALTEL - In Iran per costruire reti «ultra-fast internet»

Stefano Pileri,  amministratore delegato di Italtel

Italtel, azienda operativa nel settore della «network funcion virtualization», nei servizi gestiti e nella comunicazione all-IP, intende concentrare le proprie attività in Iran nella realizzazione di infrastrutture «ultra-fast Internet» che permettano di realizzare servizi essenziali per la popolazione iraniana in ambiti come la sanità o l’istruzione. L’Iran è una delle economie a maggior tasso di sviluppo dell’area Medio Orientale dopo la rimozione delle sanzioni internazionali avvenuta all’inizio dell’anno. Per questa ragione sono molti gli operatori internazionali e i vendor tecnologici, tra cui Italtel, che oggi guardano con interesse alle opportunità che si stanno aprendo nel Paese. «Italtel intende contribuire allo sviluppo dell’Iran attraverso tecnologie e soluzioni innovative. Trasformare le reti esistenti e installare infrastrutture ultra-fast Internet deve essere una priorità per gli operatori iraniani in modo che le popolazioni locali possano beneficiare della tecnologia di Internet e dei servizi che con queste reti possono essere resi disponibili», ha dichiarato Stefano Pileri, amministratore delegato di Italtel. Lo scorso aprile anche Italtel ha partecipato alla missione ufficiale a Teheran del Governo Italiano guidata da Matteo Renzi e di cui faceva parte una delegazione di numerose industrie. Italtel intende portare in Iran la propria esperienza su progetti internazionali di trasformazione delle reti tradizionali in tecnologia TDM verso infrastrutture IP che permettono di offrire soluzioni nuove. A questo si aggiunge la fornitura di servizi professionali che vanno dal design delle reti alla creazione di una piattaforma di servizi secondo nuovi standard. «Questa piattaforma, creata in logica virtualizzata, è indispensabile per realizzare le infrastrutture nel Paese perché permette una trasformazione efficace delle reti per fornire servizi tradizionali e innovativi senza fare investimenti eccessivamente onerosi. Ciò potrebbe essere realizzato in partnership con aziende locali per usare competenze presenti nel territorio e creare relazioni stabili sul mercato iraniano», ha concluso Pileri.   

Tags: Ottobre 2016

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa