Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

Ids inaugura in Puglia la nuova scuola per pilotare droni

36-Giovanni-Bardelli.jpg

Il Presidente e Amministratore Delegato Giovanni Bardelli: «Siamo orgogliosi di aprire nel polo aeronautico di Grottaglie questo nuovo centro specializzato. Siamo consapevoli di avere un ruolo importante nell’infondere speranza nei giovani e nel loro futuro professionale, per la crescita
delle tecnologie e la capacità di far crescere il Paese nella produzione industriale. Vogliamo iniziare una nuova storia»

Formazione, produzione e innovazione tecnologica. Sono i tre perni su cui è stata inaugurata la nuova scuola «IDS Academy» all’aeroporto di Grottaglie-Taranto «Marcello Arlotta». Lo scorso lunedì 3 luglio si è tenuto l’evento «Puglia: Grottaglie nel Mondo IDS», una giornata dedicata alla conoscenza ed ai progetti che IDS Ingegneria Dei Sistemi andrà a sviluppare nella sede di Grottaglie al servizio della tecnologia, dell’innovazione nel mondo dell’aeronautica, dell’aerospazio, nonché del territorio. Durante l’iniziativa c’è stato il taglio del nastro del nuovo centro di eccellenza in Puglia per la formazione di piloti e operatori professionali di velivoli a pilotaggio remoto, comunemente chiamati droni. Il «Centro di addestramento piloti SAPR (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto)» IDS, così come definito dall’Ente Nazionale di Aviazione Civile, sarà operativo da settembre.
«IDS vuole mettere l’accento sull’importanza di avere una sede in una delle regioni più dinamiche del Paese e in un centro di eccellenza per i droni che rende unica la regione Puglia», ha commentato il presidente e Amministratore Delegato di IDS Ingegneria Dei Sistemi, Giovanni Bardelli. Una sede in cui al momento sono impiegate 7 persone e che diventeranno 10 entro la fine dell’anno. È prevista poi l’ulteriore assunzione di altre dieci nell’arco di due anni.
L’evento a Grottaglie si è aperto con la tavola rotonda «Sicurezza e privacy nella regolamentazione per l’utilizzo dei droni», moderata dal giornalista Michele Pierri, con la partecipazione di esponenti istituzionali, amministratori ed esperti del settore sia civili che militari. La discussione è stata finalizzata all’approfondimento ed a spunti di miglioramento guardando alle prime esperienze italiane e ai futuri scenari di utilizzo dei sistemi aeromobili a pilotaggio remoto in ambito civile e militare.
Poi è seguita una dimostrazione, in collaborazione con l’Aeronautica Militare, dei velivoli a pilotaggio remoto progettati e sviluppati da IDS per applicazioni specifiche, ovvero IA-3 Colibrì e FlySecur, e il sistema radar «anti-drone» Black Knight. Il pomeriggio è stato invece dedicato alla presentazione del progetto «Cesare». Ideato da IDS Ingegneria Dei Sistemi, insieme ad aziende altamente innovative quali Altea Federation, Euronet, Sind ed in collaborazione con l’Università del Salento, si tratta di un ulteriore centro di eccellenza nella sede «IDS Grottaglie», destinato allo sviluppo di tecnologie e competenze sui sistemi APR, nonché alla progettazione innovativa e validazione operativa di servizi che impiegano la tecnologia dei droni a beneficio del territorio.
L’operatività del centro sarà garantita da personale assunto in loco a cui verrà offerta un’adeguata formazione professionale. Infine, c’è stata l’illustrazione e presentazione del progetto nazionale «WingBeat». Promosso dai Distretti Rotaract Italiani, l’iniziativa prevede la donazione del sistema APR IA-3 Colibrì dell’IDS provvisto di defibrillatore alla Centrale Operativa del 118 di Bologna, alla quale seguirà un’importante fase di sperimentazione operativa. Ne ha parlato durante l’evento la dottoressa Ivana Fico, Rappresentante Distrettuale Rotaract Distretto 2120 (Puglia e Basilicata).
Una giornata di confronto quella organizzata da IDS nell’infrastruttura aeroportuale dedicata al testbed di droni a livello europeo, a cui hanno preso parte, oltre ai vertici dell’azienda toscana, anche le istituzioni e le associazioni di categoria rappresentate dal sindaco di Grottaglie Ciro D’Alò, l’assessore regionale allo Sviluppo economico Loredana Capone, per Aeroporti di Puglia il direttore generale Marco Franchini e il membro del cda Beatrice Lucarella, il vice direttore generale dell’Ente Nazionale Aviazione Civile Alessandro Cardi, il presidente di Confindustria Taranto Vincenzo Cesareo, il capo di gabinetto del presidente della Giunta regionale Claudio Michele Stefanazzi, il direttore di Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro della Regione Puglia il professore Domenico Laforgia, il presidente del Centro Studi Demetra Pierluigi Di Palma.
Inoltre è stata presente la Fondazione Franco Bardelli, costituita da IDS Ingegneria Dei Sistemi in memoria del proprio fondatore. La Fondazione supporta la cultura e le attività indirizzate alla ricerca e all’innovazione nel campo dell’elettromagnetismo, dell’aeronavigazione e dell’aerospazio. «Siamo particolarmente orgogliosi di essere a Grottaglie - ha commentato il segretario generale della Fondazione Bardelli, Francesco Butini - che ci consente di sviluppare una serie di iniziative, in collaborazione con le istituzioni locali e regionali, con le quali affermare i valori imprenditoriali e manageriali che hanno contraddistinto la vita professionale del fondatore della società IDS. È con questi propositi che la collaborazione già avviata con il Distretto Tecnologico Aerospaziale (DTA) e con il suo presidente Giuseppe Acierno si rafforza». Tra le iniziative previste in Puglia c’è la partecipazione attiva al ciclo di seminari promossi dal DTA, con il patrocinio dell’Unione Europea, del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca e del Ministero per lo Sviluppo Economico.
Con un organico di 600 addetti totali e sede centrale a Pisa, IDS Ingegneria Dei Sistemi è presente nel mondo con ulteriori sette sedi. L’azienda investe ogni anno circa 14 milioni di euro nell’innovazione legata all’aerospazio e, oltre allo sviluppo dei droni, è leader mondiale nei sistemi di supporto alla gestione del traffico aereo, nella gestione degli spazi aerei, su applicazioni di compatibilità elettromagnetica sia a bordo nave che a bordo di aerei, sui sistemi e terminali per le comunicazioni satellitari e nello sviluppo di radar per specifiche esigenze.   

Tags: tecnologia ingegneria alta tecnologia forze armate Settembre 2017 Giovanni Bardelli IDS - Ingegneria Dei Sistemi sicurezza Puglia

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa