Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • 008

ASILI NIDO, SOGGIORNI ESTIVI ED ANCHE CURE TERMALI

43-Gianroberto-Costa.jpg

L’offerta della Fondazione Enasarco è tra le più ampie e complete del panorama previdenziale italiano: qui descritti in particolare i contributi per asili nido, soggiorni estivi per bambini e soggiorni in località termali. Oltre a queste prestazioni integrative di previdenza la Cassa ha stipulato delle convenzioni per i mutui ipotecari e una copertura assicurativa

Si conclude, con questo numero di Specchio Economico, la rassegna dedicata al welfare che la Fondazione Enasarco mette a disposizione di agenti, rappresentanti e consulenti finanziari nonché delle rispettive famiglie. L’offerta è senza dubbio tra le più ampie e complete del panorama previdenziale italiano: raccontiamo oggi in particolare i contributi per asili nido, soggiorni estivi per i bambini e soggiorni in località termali. Oltre a queste (che vengono tecnicamente definite prestazioni integrative di previdenza) la Cassa ha stipulato delle convenzioni per i mutui ipotecari e una copertura assicurativa.

CONTRIBUTO PER ASILI NIDO
Per supportare le famiglie degli agenti con figli, la Fondazione bandisce un concorso annuale per la concessione di 250 contributi, destinati alle famiglie di agenti con figli in età da 0 a 3 anni che abbiano frequentato, nell’anno scolastico 2016/17, le scuole dell’infanzia pubbliche o private (parificate o legalmente riconosciute).
Alla data della presentazione della domanda, è necessario avere i seguenti requisiti:
• agenti in attività (alla data del 1° settembre 2017): avere un conto previdenziale incrementato esclusivamente da contributi obbligatori, con un saldo attivo (al 31 dicembre 2016) di almeno 1.879,50 euro e un’anzianità contributiva complessiva di almeno tre anni (di cui 2014, 2015 e 2016 consecutivi, per un totale di 12 trimestri);
• pensionati: essere titolare di una pensione diretta Enasarco.
Gli iscritti, in attività e in pensione, devono inoltre avere un reddito familiare complessivo annuo lordo (anno 2015) non superiore a 39.186,42 euro. Se entrambi i genitori sono iscritti alla Fondazione, sarà riconosciuta una sola prestazione; il contributo erogato può arrivare fino a mille euro per ciascun nucleo familiare.
Il modello per la richiesta è disponibile nel sito www.enasarco.it e presso gli uffici della Fondazione. Si può scegliere di inviare la documentazione, completa della necessaria documentazione, tramite posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure con raccomandata A/R al seguente indirizzo: Fondazione Enasarco - Servizio Prestazioni/PIF - Via A. Usodimare 31, 00154 Roma. Il contributo deve essere richiesto entro il 15 ottobre 2017, pena la decadenza del diritto. Sulla base delle domande pervenute è stilata una graduatoria, pubblicata nel sito enasarco.it.

SOGGIORNI ESTIVI PER BAMBINI
La Fondazione bandisce un concorso annuale per l’assegnazione di 300 contributi destinati alle famiglie di agenti con figli in età da 4 a 13 anni che abbiano frequentato per almeno 15 giorni lavorativi - anche non consecutivi - i soggiorni estivi organizzati da strutture pubbliche o private nel periodo estivo da giugno a settembre 2017. Il contributo può arrivare fino a 300 euro per nucleo familiare. Alla data di inizio del soggiorno, è necessario avere i seguenti requisiti:
• agenti in attività: avere un conto previdenziale (al 31 dicembre 2016) incrementato esclusivamente da contributi obbligatori, con un saldo attivo di almeno 1.879,50 euro e un’anzianità contributiva complessiva di almeno tre anni (di cui 2014, 2015 e 2016 consecutivi, per un totale di 12 trimestri);
• pensionati: essere titolare di una pensione diretta Enasarco.
Gli iscritti, in attività e in pensione, devono inoltre avere un reddito familiare complessivo annuo lordo (anno 2015) non superiore a 39.186,42 euro.
Se entrambi i genitori sono iscritti alla Fondazione, sarà erogata una sola prestazione.
Il modello per la richiesta è disponibile nel sito www.enasarco.it e presso gli uffici della Fondazione. Si può scegliere di inviare la domanda, completa della necessaria documentazione, tramite posta elettronica certificata (PEC) alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure via raccomandata A/R a: Fondazione Enasarco - Servizio Prestazioni/PIF - Via A. Usodimare 31, 00154 Roma. Il contributo deve essere richiesto entro il 15 ottobre 2017, pena la decadenza del diritto. Sulla base delle domande pervenute è stilata una graduatoria, pubblicata nel sito enasarco.it.

LOCALITÀ TERMALI
È una prestazione integrativa che consente agli iscritti, in attività e in pensione, di effettuare cure e terapie in località termali, usufruendo di facilitazioni e convenzioni stipulate dalla Fondazione con alcune strutture alberghiere. Posso richiedere la prestazione gli agenti in attività che non hanno usufruito dei soggiorni negli ultimi tre anni (o negli ultimi due anni per i pensionati). Tutti gli iscritti possono partecipare versando l’intera quota convenzionata. Per usufruire della convenzione è necessario avere i seguenti requisiti:
• agenti in attività: avere un conto previdenziale (al 31/12/16) incrementato esclusivamente da contributi obbligatori, con un saldo attivo di almeno 3.097,50 euro e un’anzianità contributiva complessiva di almeno cinque anni (di cui 2014, 2015 e 2016 consecutivi, per un totale di 12 trimestri);
• pensionati: essere titolare di una pensione diretta Enasarco (vecchiaia; inabilità; invalidità).
I turni sono di 14 giorni consecutivi sia in alta sia in bassa stagione. La Fondazione assegna i turni e gli alberghi che vengono pubblicati nel sito enasarco.it: le richieste di cambio dovranno essere motivate da ricovero ospedaliero/malattia o da gravi eventi familiari e saranno accolte nei limiti della disponibilità dei posti.
TURNI DI BASSA STAGIONE
Gli iscritti versano una percentuale della quota convenzionata - pagata dalla Fondazione all’albergo - in base al reddito familiare complessivo annuo lordo (percepito nel 2015):
- 30% della quota convenzionata per gli iscritti con reddito fino a 19.539,21 euro;
- 50% per gli iscritti con reddito da 19.540 a 26.124,28 euro;
- 70% per gli iscritti con reddito da 26.125 a 32.655,35 euro;
- 100% per gli iscritti con reddito superiore a 32.655,35 euro;
- 100% più un ulteriore 10% per gli accompagnatori ospitati nella stessa stanza.
TURNI DI ALTA STAGIONE
- 100% della quota convenzionata.
- 100% più un ulteriore 10% per gli accompagnatori ospitati nella stessa stanza.
Per il pagamento è richiesto un versamento anticipato su c/c postale n. 77033009 intestato a: Fondazione Enasarco - Servizio Prestazioni/PIF - via A. Usodimare 31, 00154 Roma.
La quota versata sarà restituita se la domanda non è accettata (per mancanza dei requisiti o di posti disponibili). Gli iscritti che rinunciassero al soggiorno sono tenuti a inviare un telegramma all’albergo e alla Fondazione almeno 20 giorni prima del turno, diversamente verrà applicata una penale sulla quota (se invece il ritardo è dovuto a ricovero ospedaliero/malattia o a gravi eventi familiari la quota sarà totalmente restituita) e devono rinconsegnare alla Fondazione la lettera di ammissione.
Il modello per la richiesta è disponibile nel sito www.enasarco.it e presso gli uffici della Fondazione. Si può scegliere di inviare la documentazione tramite posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure raccomandata A/R a: Fondazione Enasarco - Servizio Prestazioni/PIF - Via A. Usodimare 31, 00154 Roma. Il contributo deve essere richiesto entro il 15/04/2017, pena la decadenza del diritto.

POLIZZA ASSICURATIVA
La Fondazione Enasarco, tra i numerosi benefici erogati, stipula ogni anno una polizza assicurativa in favore dei propri agenti e pensionati. La polizza attualmente in vigore è valida per malattie o infortuni subiti tra il 1° novembre 2017 e il 31 ottobre 2018. La copertura prevede due tipi di garanzie - A e B - riservate alle seguenti categorie di iscritti:
• garanzia A: agenti con almeno un mandato attivo alla data dell’evento, per i quali le ditte mandanti versino il Firr presso la Fondazione Enasarco;
• garanzia B: agenti e pensionati che, alla data dell’evento, abbiano almeno un mandato attivo, un’anzianità contributiva al 31 dicembre 2015 pari a minimo 5 anni e che abbiano alla medesima data un conto previdenziale non inferiore a 3.062 euro, incrementato da versamenti obbligatori degli anni 2013, 2014 e 2015 (alla scadenza di ogni anno solare le date riferite agli anni coperti da contribuzione obbligatoria si intenderanno automaticamente spostate di un anno).
Le persone che alla data dell’evento superino i 75 anni di età non hanno diritto alle garanzie. Gli indennizzi sono determinati dalla cosiddetta formula indennitaria, che si caratterizza per il risarcimento del danno in base a indennità predeterminate. In questo modo si garantisce che la liquidazione e la determinazione dei relativi importi siano legate a fasce certe, identificate per tipologia e gravità di evento. Chi possiede i requisiti ha la possibilità di estendere tutte le prestazioni previste dalla garanzia B all’intero nucleo familiare (coniuge e figli) al costo annuo di mille euro per persona. L’iscritto dovrà inviare la richiesta entro i 90 giorni successivi all’evento. Chi non avesse a disposizione la documentazione sanitaria completa entro il termine di tre mesi, può comunque inviare la richiesta e successivamente integrarla con le certificazioni mancanti.
Il modello per la richiesta è disponibile nel sito enasarco.it e presso gli uffici della Fondazione. Si può scegliere di inviare la domanda, completa della necessaria documentazione, tramite raccomandata A/R alla compagnia assicuratrice: RBM Assicurazione Salute - Agenti Enasarco - Ufficio liquidazioni c/o Previmedical S.p.a., via E. Forlanini 24, Località Borgo Verde, 31022 Preganziol (TV); online, attraverso l’area riservata inEnasarco: dal menu dell’utente abilitato, cliccare su «Richieste» e quindi su «Nuova richiesta». Si apre la pagina «Chiedi alla Fondazione»: da qui entrare in «Spese mediche», sotto la voce Salute.

MUTUI FONDIARI
Enasarco offre agli iscritti in attività e ai loro figli la possibilità di accedere a mutui fondiari agevolati per l’acquisto o la ristrutturazione di un’abitazione civile o di un immobile destinato all’esercizio dell’attività. Gli agenti devono avere, al 31 dicembre dell’anno precedente a quello di presentazione della domanda, un conto previdenziale incrementato esclusivamente da contributi obbligatori, un’anzianità contributiva complessiva di almeno cinque anni - di cui gli ultimi tre consecutivi - e un saldo attivo non inferiore alla somma dei minimali contributivi del quinquennio di riferimento.
IMPORTI FINANZIABILI
- 200.000 euro per l’acquisto di abitazione per uso proprio. Tale importo è elevabile a 250.000 euro nel caso di: acquisto di un’unità immobiliare già conferita dalla Fondazione ai Fondi Enasarco 1 e 2 (come previsto dal Progetto Mercurio); esercizio del diritto di prelazione per l’acquisto diretto dalla Fondazione di un’unità immobiliare (come previsto dal Progetto Mercurio).
- 130.000 euro per l’acquisto di abitazione civile, oltre la prima casa;
- 200.000 euro per l’acquisto di immobili destinati all’esercizio dell’attività. Tale importo è elevabile a 250.000 euro nel caso di: acquisto di un’unità immobiliare già conferita dalla Fondazione ai fondi Enasarco 1 e 2 (come previsto dal Progetto Mercurio); esercizio del diritto di prelazione per l’acquisto diretto dalla Fondazione di un’unità immobiliare (come previsto dal Progetto Mercurio).
- 200.000 euro per i figli degli iscritti nel caso di acquisto di abitazione per uso proprio. Tale importo è elevabile a 250.000 euro in caso di: acquisto di un’unità immobiliare già conferita dalla Fondazione ai fondi Enasarco 1 e 2 (come previsto dal Progetto Mercurio); esercizio del diritto di prelazione per l’acquisto diretto dalla Fondazione di un’unità immobiliare (come previsto dal Progetto Mercurio).
- 100.000 euro per la ristrutturazione.
Il modello per la richiesta è disponibile nel sito enasarco.it e presso gli uffici della Fondazione. Le domande, complete della documentazione, devono essere inviate con posta elettronica certificata (PEC a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) oppure con raccomandata A/R a: Fondazione Enasarco - Servizio Prestazioni/PIF - via A. Usodimare, 31, 00154 Roma. Enasarco rilascia all’interessato un’attestazione, relativa al possesso dei requisiti, da presentare presso uno degli istituti di credito convenzionati (BNL e Banca Popolare di Sondrio): la banca valuterà poi la concessione del mutuo. Il finanziamento può avere una durata massima fino a 25 anni.    

Tags: Dicembre 2017

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa