Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • Home
  • Articoli
  • Articoli
  • PUBBLICATI I BANDI DI PROGRESSIONE ECONOMICA PER IL PERSONALE CIVILE DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA
  • 008

PUBBLICATI I BANDI DI PROGRESSIONE ECONOMICA PER IL PERSONALE CIVILE DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

Al via dal 29 dicembre i bandi per i passaggi di progressione economica destinati al personale civile di tutto il Ministero della Giustizia in servizio presso le quattro Amministrazioni: giudiziaria, penitenziaria, minorile e di comunità e quella degli archivi notarili. I bandi suddetti, pubblicati in seguito al confronto con le organizzazioni sindacali che ha portato a una prima ipotesi di accordo il 13 settembre, sono stati sottoscritti il 21 dicembre scorso; si tratta della prima fase delle progressioni economiche programmate con le risorse del Fondo Unico di Amministrazione dell’anno 2017, cui se ne aggiungeranno altre nel 2018 come da impegno di spesa già previsto nell’accordo del 21 dicembre.

Dette progressioni economiche sono le prime effettuate con modalità selettiva che, come previsto dalla normativa di settore e dai contratti collettivi, unifica criteri, modalità e tempistiche per tutte le quattro amministrazioni del Ministero e sono un atteso riconoscimento al personale in servizio, da sempre all’attenzione del ministro Orlando e dell’Amministrazione, che, dopo i percorsi effettuati negli anni passati dall’Amministrazione penitenziaria e da quella minorile, arriva anche per il personale degli uffici giudiziari, aggiungendosi alla riqualificazione già avviata per cancellieri e ufficiali giudiziari e alle future riqualificazioni per il personale tecnico di seconda area del DOG, oramai una realtà dopo l’approvazione della legge di stabilità per l’anno 2018.

Piani straordinari di assunzioni, quindi, per tutto il Ministero. Un concorso per assistenti giudiziari concluso, per il quale il DOG sta già procedendo alle assunzioni in questi giorni, e risorse destinate per circa 5.400 unità, di cui 2.600 già assunti. Un serio rafforzamento del personale degli uffici giudiziari. Risorse per il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria con il reclutamento di personale civile e di Polizia penitenziaria. Da dicembre 2014 fino ad oggi il DAP ha proceduto all’assunzione di 3.030 agenti di polizia penitenziaria, oltre 30 tecnici di ruolo da impiegare nel Laboratorio Centrale della banca-dati del DNA e gran parte delle 154 unità nei vari profili: 72 funzionari dell’area giuridico-pedagogica, 8 dell’organizzazione e delle relazioni, 6 funzionari tecnici, 14 funzionari contabili e, a breve, si procederà al perfezionamento del contratto per altri 54 funzionari contabili. L’Amministrazione minorile ha reclutato 296 assistenti sociali, risorse quanto mai necessarie per il supporto al funzionamento degli Uffici di esecuzione penale esterna.

Infine, questi i numeri: oltre 19.000.000 le risorse rese disponibili, 10.454 le progressioni economiche che si realizzeranno con questa prima fase, ben 162 i bandi (61 al DOG, 48 al DAP, 55 alla DGCM, 18 agli UCAN) che sono pubblicati per il personale civile di tutto il Ministero al seguente link: https://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_1_35.page.

Con tali risorse e con questi primi del 2017 sarà interessato il 27% del personale dell’Organizzazione giudiziaria, il 17% di quello civile dell’Amministrazione penitenziaria, il 17 % dell’Amministrazione minorile e di comunità e il 30 % degli Archivi notarili.

La domanda dovrà essere inoltrata entro 30 giorni dalla pubblicazione del bando. Alle procedure possono partecipare tutti i dipendenti in servizio alla data del 1° gennaio 2017 con contratto di lavoro a tempo indeterminato appartenenti ai ruoli del Ministero della giustizia, anche se in posizione di comando o di fuori ruolo presso altra Pubblica Amministrazione, che alla data del 1 gennaio 2017 abbiano maturato un'anzianità di servizio di almeno due anni nella fascia economica di appartenenza dei rispettivi profili professionali.

Per l’Amministrazione giudiziaria la pubblicazione dei bandi odierni segna anche un’altra tappa di attuazione dell’accordo quadro siglato ad aprile 2017.

Tags: bando bandi Ministero della Giustizia gennaio 2018 Andrea Orlando personale civile amministrazione giudiziaria amministrazione penitenziaria amministrazione minorile amministrazione di comunità

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa