Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

Finmeccanica, nuova sede ad Abu Dhabi e commesse per l’Atr

Il 72-600s dell’Atr

L’Alenia Aermacchi, l’AugustaWestland e la Selex Es sono i marchi della Finmeccanica al Dubai Air Show, il Salone aeronautico più prestigioso per partecipazione e volume di commesse del Medio Oriente, svoltosi lo scorso novembre. Con una presenza quarantennale nella regione, Finmeccanica ha anche inaugurato la nuova sede nella capitale emiratina Abu Dhabi, segno di una crescente incisività nel mercato della penisola arabica, con potenziale di espansione sia nell’ambito dell’aviazione civile che in quello della difesa. L’ATR e la Gecas ovvero GE Capital Aviation Services, hanno siglato infatti un contratto per l’acquisto di dieci aerei ATR72-600s per un importo complessivo di 241 milioni di dollari. L’accordo, firmato da Filippo Bagnato amministratore delegato di ATR - joint venture tra Alenia Aermacchi e Eads -, prevede la commessa per 5 velivoli più l’opzione per altri 5. «Questo nuovo ordine della Gecas mette in evidenza un continuo rapporto di fiducia nei prodotti ATR, e in particolar modo nel moderno ed efficiente ATR 72-600», ha dichiarato Bagnato in occasione della firma. Il contratto va ad aggiungersi a quello già siglato dall’ATR con l’operatore privato saudita Alpha Star Aviation Services. I termini prevedono l’acquisto di due aerei dello stesso modello, di cui uno in opzione, ed entrambi con una conformazione per 66 passeggeri. Le consegne saudite sono previste per il 2014, mentre quella alla Gecas inizieranno a partire dal 2015.        (Alf. Pao.)

Tags: Dicembre 2013 Leonardo ATR Finmeccanica

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa