Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

Mobilita' elettrica, Finmeccanica ed Enel insieme

Il minibus Zeus

L’avvio di un’attività congiunta di ricerca, studio e cooperazione tecnologica per lo sviluppo di soluzioni e servizi per la diffusione del trasporto elettrico nel settore pubblico in Italia: questo è l’oggetto dell’accordo firmato da Giovanni Pontecorvo, presidente esecutivo della Finmeccanica-BredaMenarinibus, e da Livio Gallo, direttore della divisione infrastrutture e reti dell’Enel. Impegnate da anni nella ricerca di soluzioni di mobilità sostenibile, entrambe le aziende considerano i mezzi elettrici di trasporto urbano come un’opportunità concreta per le città di ridurre l’attuale impatto ambientale del traffico, in termini di inquinamento sia atmosferico sia acustico. Da parte loro, le amministrazioni pubbliche manifestano un crescente interesse per soluzioni che consentono di inserire nel parco dei mezzi pubblici bus a trazione elettrica, soprattutto nei centri storici. In questo contesto l’accordo siglato ha come principale obiettivo l’ideazione e lo studio della possibile integrazione tecnologica tra i bus elettrici della Finmeccanica-BredaMenarinibus e le infrastrutture di ricarica dell’Enel Distribuzione. Nell’ambito di questa attività saranno eseguiti test di compatibilità tra i rispettivi prodotti; in una prima fase i test saranno compiuti usando l’infrastruttura di ricarica «Fast Recharge» da 43 chilowatt dell’Enel e dal minibus da 6 metri Zeus (Zero Emission Urban System) prodotto dalla Finmeccanica-BredaMenarinibus. In un secondo momento, i test saranno estesi anche ad altri veicoli, sempre destinati al trasporto pubblico, in grado di agevolare altre modalità di ricarica, ad esempio, in corrente continua. L’accordo prevede inoltre lo studio e lo sviluppo di servizi che sfruttino l’interazione tra la piattaforma di gestione dell’infrastruttura di ricarica dell’Enel e i sistemi di controllo dei bus elettrici per incrementare le informazioni a disposizione dei cittadini.                 (Aug. Tad.)

Tags: Settembre 2014

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa