Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

La Geico adesso «vernicia» anche la Rolls-Royce

Ali Reza Arabnia

La Geico, Gruppo italiano operante nel settore degli impianti di trattamento e verniciatura di auto, arricchisce la gamma dei clienti di lusso e si conferma un partner affidabile per l’applicazione di nuove tecnologie. Infatti, nella «boutique Geico», dopo la Mercedes entra anche la Rolls-Royce. La commessa riguarda la modernizzazione dell’impianto della Rolls-Royce di Goodwood, in Gran Bretagna, per l’incremento della linea di verniciatura e la programmazione di nuovi lavori. Nell’impianto saranno applicate le più avanzate tecnologie e l’obiettivo della produzione, che andrà a regime nell’aprile del 2016, è di 5.500 veicoli l’anno. È la dimostrazione che il genio italiano vince ancora nel settore dell’alta tecnologia, avendo la meglio su agguerriti concorrenti internazionali. Il Gruppo, guidato dal presidente e amministratore delegato Ali Reza Arabnia, ha definito un altro contratto con un cliente storico, la Piaggio; si tratta della fornitura di un impianto per la verniciatura delle scocche dei veicoli a due ruote, situato a Pontedera. La potenzialità di produzione dell’impianto è di 200 mila veicoli l’anno. L’inizio di produzione è previsto per marzo 2016. Si tratta di un impianto a bassi consumi con una linea totalmente automatizzata nella quale sono applicati la tecnologia e tutta l’esperienza della Geico. È una struttura anche ecologicamente sostenibile che cerca di conciliare l’alta tecnologia con il rispetto dell’ambiente. La Geico ha chiuso il 2014 con un fatturato di circa 140 milioni di euro e questi risultati sono stati resi possibili dalla ricerca costante di sistemi tecnologici sempre più avanzati e dalla formazione costante del personale; gli impianti sono riconosciuti in ambito internazionale come i più avanzati, flessibili ed ecologicamente sostenibili.    (Alf. Pao.)

Tags: Febbraio 2015

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa