Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • 008

Artemide, lampade tecnologiche che sono opere d’arte

La lampada Equilibrist di Artemide

Nata dalla collaborazione tra l’Artemide, azienda operante nella progettazione e nella produzione di apparecchi e di sistemi di illuminazione guidata da Ernesto Gismondi, e il celebre architetto Jean Nouvel, la lampada Equilibrist si è aggiudicata il prestigioso Wallpaper Design Awards 2015 per la categoria «Best office accessories». Il Premio viene assegnato, da oltre un decennio, a progetti e idee innovative, selezionati da una giuria composta da grandi nomi della moda, del design e dell’architettura. Equilibrist è una lampada da tavolo, realizzata in alluminio, dalle linee semplici e dal design essenziale. Ha due teste, una tonda e una quadrata, nelle quali alloggiano due distinte sorgenti a led, da 4 e da 7 watt, collocate alle estremità di un braccio a bilanciere connesso allo stelo centrale. Questi due contrappesi luminosi sono orientabili sia rispetto all’asse verticale che orizzontale, rimanendo in costante equilibrio dinamico. «Due lampade come una bilancia in cerca di equilibrio; Equilibrist è un oggetto di segnale e ludico: due lampade dissimili, in rotazione, in rivoluzione che ruotano attorno a un asse verticale. Una sorta di semaforo moderno nel quale i segnali emettono luce asimmetrica», così Jean Nouvel descrive la propria lampada disegnata per Artemide. Il Wallpaper Design Awards è stato vinto dall’Artemide anche nella precedente edizione con la lampada Empatia, progettata da Carlotta de Bevilacqua e da Paola di Arianello.        (Alf. Pao.)

Tags: Febbraio 2015

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa