Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • 008

Il caseificio Tomasoni compie 60 anni d’attivita'

La famiglia Tomasoni

Sono trascorsi sei decenni da quando Primo Tomasoni, casaro di origini bresciane, rilevò nella campagna di Treviso un’antica fattoria, la prima sede del caseificio. Era il 1955 quando Primo cominciò a produrre la «casatella trevigiana», un formaggio della tradizione veneta che le famiglie contadine erano solite produrre in casa con il latte in eccedenza e che consegnavano personalmente ai «casoin» della zona. Oggi, da piccola fattoria di campagna, il caseificio Tomasoni è diventato un punto di riferimento della tradizione casearia artigianale italiana di qualità grazie alla passione e alla lungimiranza dei tre fratelli Moreno, Nicoletta e Paola. Tuttora la stessa attenzione viene riposta nella selezione del latte, proveniente dalle migliori stalle del trevigiano, che diventa successivamente stracchino di qualità Tomasoni, ancora oggi confezionato a mano, uno ad uno. Attualmente il caseificio Tomasoni lavora circa 400 quintali di latte al giorno, producendo una vasta gamma di formaggi artigianali. Referenze classiche come la crema del Piave, formaggio apprezzato per la fresca cremosità, il pannarello e la casatella trevigiana dop; tra i formaggi speciali lo stracchino delattosato, il probiotico, il primolight, lo stracchino di bufala e i formaggi di capra come la ricotta e lo stracchino. Oggi l’azienda, moderna e tecnologica, conta più di 50 dipendenti che si avvalgono, per la produzione, delle più sofisticate tecniche di lavorazione. Nell’ultimo anno numerose attività sono state messe in campo, dal miglioramento del sito web a nuove tecniche d’imballaggio.






Tags: Marzo 2015

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa