Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

Marina Militare, antipirateria nel bacino somalo

La fregata Libeccio della Marina Militare ha mollato gli ormeggi dalla stazione navale Mar Grande di Taranto per dirigersi verso il bacino somalo dove darà il cambio alla fregata Grecale impegnata nell’operazione antipirateria Atalanta. Nave Libeccio, partita da La Spezia lo scorso 4 maggio per raggiungere Taranto, ha concluso il ciclo addestrativo indirizzato al potenziamento delle capacità operative sia per l’attività di antipirateria che di difesa. Per la Marina Militare è la 20esima missione nell’operazione Atalanta, istituita dall’Unione europea nel 2008 con lo scopo di fronteggiare la pirateria, e Nave Libeccio entra per la seconda volta, negli ultimi due anni, a far parte della Task Force 465. La nave, al comando del capitano di fregata Daniele Paolo Maria Martinuzzi, con un equipaggio di 240 persone sarà impegnata ancora una volta nelle attività di pattugliamento, vigilanza e difesa del libero commercio marittimo e per la tutela degli interessi nazionali.

Tags: Luglio Agosto 2015

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa