Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • 008

COSMO-SkyMed, al via la seconda fase del progetto

Il sistema di osservazione satellitare della Terra COSMO-SkyMed

La Thales Alenia Space, in qualità di mandataria del raggruppamento d’impresa con Finmeccanica-Telespazio, ha annunciato di aver firmato con l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) un atto aggiuntivo al contratto per il programma COSMO-SkyMed Second Generation (CSG). L’importo addizionale ammonta a 182 milioni di euro e servirà al proseguimento delle attività del progetto. In dettaglio, l’importo della quota relativa a Thales Alenia Space Italia è di 154 milioni di euro, di 28 milioni quella invece per le attività di Telespazio. Nel programma CSG, Thales Alenia Space Italia è l’industria responsabile di tutto il sistema e della realizzazione dei due satelliti che lo compongono, mentre Telespazio ha la responsabilità dello sviluppo del segmento di terra e della logistica integrata delle operazioni. «È davvero grande la soddisfazione per il raggiungimento di questo risultato che è frutto del costante impegno di tutte le parti coinvolte, a cominciare dall’Agenzia Spaziale Italiana e dal suo presidente Roberto Battiston, ma anche del Governo e dei due ministeri, Difesa e Miur, partner del progetto. COSMO-SkyMed, infatti, rappresenta il sistema spaziale nazionale di osservazione della Terra unico nel suo genere e fiore all’occhiello della tecnologia radar italiana in ambito mondiale», ha dichiarato Donato Amoroso, amministratore delegato di Thales Alenia Space Italia. COSMO-SkyMed è il primo sistema di osservazione satellitare della Terra concepito per scopi civili e militari. I suoi quattro satelliti scrutano ogni angolo della Terra dallo spazio, con qualsiasi condizione meteo grazie ai radar ad alta risoluzione in banda X. Il programma è stato realizzato con la partecipazione delle principali aziende nazionali del settore aerospaziale, coadiuvate da piccole e medie imprese.



Tags: Settembre 2015

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa