Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • 008

Armando De Simone racconta «l’indiano» Carlo Gentile

Armando De Simone

Armando De Simone torna nelle librerie con il volume «Carlo Gentile. Un napoletano tra gli indiani d’America» (Edizioni Controcorrente). La storia narrata in questo libro proviene da un antico confine: quello della libertà. È lungo questa frontiera che matura l’incontro tra il fotografo napoletano Carlo Gentile e un bambino pellerossa. Gentile, pioniere della nascente arte fotografica e personaggio dalla vita tanto avventurosa quanto sfortunata, riscatterà il piccolo Wassaja da un destino di schiavitù; lo adotterà e gli darà un’istruzione e i due inizieranno uno straordinario viaggio sulla nuova frontiera americana, fino a quando Wassaja non diventerà Carlos Montezuma, figura storica nella battaglia per i diritti dei nativi americani. E non dimenticherà mai suo padre adottivo. Su quest’incontro avvenuto nella seconda metà dell’Ottocento, all’incrocio di due culture sconfitte ma non vinte - quella napoletana, spazzata via dalla guerra di conquista piemontese e quella indiana, annientata dalla soluzione finale dei «visi pallidi» - Armando De Simone costruisce una poderosa narrazione che è anche una riflessione sul passato nobilissimo di Napoli e del suo popolo. Partito per gli Stati Uniti per realizzare un grande servizio fotografico sui nativi, una serie di circostanze avverse impediranno a Carlo Gentile di riuscire nel suo intento. In compenso, il sodalizio con il bambino cambierà per sempre la sua esistenza e la storia dei pellerossa.







Tags: Gennaio 2016

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa