Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • 008

Il Gruppo Adecco e' il primo datore di lavoro in Italia

Andrea Malacrida

Con oltre 160 mila rapporti di lavoro attivi a fine 2015 Adecco è diventato il primo datore di lavoro in Italia; ad annunciarlo è stata la stessa società operante nella gestione delle risorse umane nel corso di un convegno a Milano dove ha presentato i dati di una ricerca sul rapporto tra gli italiani e il lavoro a tempo indeterminato. Nel solo 2015 Adecco ha assunto a tempo indeterminato circa 5 mila lavoratori ai quali offre, oltre alla collocazione in azienda, percorsi di formazione. «Un risultato possibile grazie alla diversificazione dei servizi offerti che supera la tradizionale somministrazione di lavoratori a tempo e si integra con l’offerta di soluzioni per lavoratori stabili e aziende alla ricerca di dipendenti a tempo indeterminato. I candidati possono acquisire più velocemente competenze per essere meglio preparati ad affrontare le sfide quotidiane, mentre le aziende possono contare su collaboratori con maggiore esperienza e più capaci di creare valore», ha dichiarato Andrea Malacrida, amministratore delegato del Gruppo Adecco. Sempre più attenti alla carriera, sempre meno interessati alle sicurezze di un contratto di lavoro a tempo indeterminato. «La ricerca - conclude Malacrida - dimostra come il mito del posto fisso stia pian piano tramontando e lascia spazio a un cambiamento culturale che privilegia il merito e la varietà di esperienze rispetto alla staticità del lavoro a tempo indeterminato tradizionale. C’è voglia di essere più pronti, più preparati a competere nel mercato globale del lavoro per avere maggiore occupabilità; in questo senso l’acquisizione di competenze diventa prioritaria rispetto al mantenere un livello di sicurezza di impiego, sempre meno tutelato, a causa delle riforme del lavoro e delle pensioni».








Tags: Giugno 2016

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa