Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

FS Italiane traino della ripresa economica italiana

db260533be382a61da783c7343b36cf2.jpg

Il consiglio di amministrazione di Ferrovie dello Stato Italiane, riunitosi sotto la presidenza di Gioia Ghezzi, ha approvato il progetto di relazione finanziaria della società che include anche il bilancio consolidato al 31 dicembre 2015. «L’ottima prestazione del 2015 conferma il ruolo trainante del Gruppo FS per l’economia italiana in un contesto economico nazionale in miglioramento; noi siamo pronti a fare la nostra parte», ha dichiarato l’amministratore delegato Renato Mazzoncini. Parole di soddisfazione anche dal presidente Gioia Ghezzi: «Gli ottimi risultati raggiunti dal Gruppo costituiscono una solida base per il prossimo triennio di investimenti per Ferrovie dello Stato Italiane. Ringraziamo l’azionista, i nostri utenti e tutti i dipendenti per il supporto dato all’azienda». Nel 2015 il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane ha raggiunto gli obiettivi prefissati e ha realizzato un risultato netto pari a 464 milioni di euro, con un incremento del 53,1 per cento rispetto al 2014. Infine nel 2015 il Gruppo è riuscito a dare continuità alle azioni programmate nel piano di investimento aumentando le risorse del 29 per cento; gli investimenti sfiorano i 5,5 miliardi - dei quali 2,5 miliardi in autofinanziamento, anche mediante ricorso al debito -, con 3,5 miliardi relativi a interventi sull’infrastruttura ferroviaria e 1,5 miliardi dedicati al trasporto passeggeri su ferro, sia AV sia metropolitano e regionale, e gomma. Il Gruppo FS conferma così il suo significativo ruolo di traino della ripresa dell’economia italiana.

Tags: Giugno 2016

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa