Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • 008

A Piazza del Popolo la «Maxitela» di Carlo Riccardi

Carlo Riccardi

Piazza del Popolo a Roma è conosciuta e celebrata in tutto il mondo per la sua straordinaria bellezza. Lo scorso agosto le sue ricchezze architettoniche sono state il prezioso scenario per un’esposizione artistica del tutto particolare. Esattamente 30 anni dopo Carlo Riccardi supera se stesso e propone una tela lunga oltre 100 metri, alcuni in più di quelli del ferragosto del 1986. Il titolo dell’opera è «Diamoci una mano» e vuole essere un’occasione per riportare l’attenzione sull’importanza della cultura come mezzo di unione tra i popoli. Il novantenne Carlo Riccardi, artista e celebre fotografo, simbolo della Dolce Vita, ha dato vita così a un originale bis. I pezzi della «Maxitela» sono stati assemblati dal vivo con un vero e proprio happening che ha attraversato Piazza del Popolo. L’installazione mobile si è materializzata con una passeggiata del maestro tesa a esaltare il contributo dell’arte per la pace, la solidarietà e la tutela del patrimonio culturale e storico. Negli oltre 100 metri di pittura, la mano ha un ruolo da protagonista, riprodotta in mille colori e in tante situazioni ma sempre aperta, proprio per sottolineare il bisogno collettivo di incontro. I soggetti, con una forte carica espressiva e orientata all’astrattismo, sono i più vari: fra questi la gente che lavora o il cuore delle città. Oggi le tele di Carlo Riccardi continuano a fare il giro del mondo ricordandoci il valore e l’importanza dell’arte nella vita individuale.

Tags: Ottobre 2016

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa