Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • 008

Gruppo Astaldi, il made in Italy delle infrastrutture

Il consiglio di amministrazione di Astaldi, sotto la presidenza di Paolo Astaldi, si è riunito per approvare il piano strategico 2017-2021 del Gruppo. Astaldi continuerà a sviluppare il modello di business e la struttura del suo capitale sulla base di tre pilastri chiave: crescita sostenibile, leve strategiche per il de-risking e rafforzamento della struttura finanziaria. Il presidio operativo a livello geografico sarà focalizzato verso quei Paesi con minore profilo di rischio che prospettano considerevoli opportunità per il settore. I mercati target del Gruppo - Nord America ed Europa - offriranno ingenti investimenti in infrastrutture nel breve e medio termine. «Il 2016 è stato un anno di trasformazione per Astaldi. Alla luce dei risultati conseguiti abbiamo aggiornato il piano strategico caratterizzato da obiettivi più ambiziosi in termini di ricavi, generazione di cassa e riduzione del costo del debito. Nel periodo 2017-2021 continueremo a concentrare l’attenzione sulla crescita sostenibile, su di una migliore qualità della redditività, unitamente alla riduzione del profilo di rischio», ha dichiarato Filippo Stinellis, amministratore delegato del Gruppo. Astaldi è uno dei principali contractor in Italia e tra i primi 25 a livello europeo nel settore delle costruzioni, in cui opera anche come promotore di iniziative in project financing. Attivo da 90 anni, si propone al mercato sviluppando iniziative integrate nel campo della progettazione, realizzazione e gestione di infrastrutture pubbliche e grandi opere di ingegneria civile. Quotato in Borsa dal 2002, ha chiuso il 2016 con un portafoglio totale di oltre 27 miliardi di euro e un fatturato superiore ai 3 miliardi.


 


Tags: made in italy Maggio 2017 infrastrutture sostenibilità

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa