Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • 008

Pagamenti elettronici

d470244f18da1d2db8f761a254041a67.jpg

CHE BANCA! / SWIFT / CASHLESS WAY / SIA

CheBanca! Digital Banking Index: sempre di più gli utenti mobile
Il mobile continua a registrare una forte crescita e il mondo bancario non fa eccezione. Secondo il CheBanca! Digital Banking Index, l’osservatorio che misura la digitalizzazione del banking in Italia realizzato da CheBanca!, la banca del Gruppo Mediobanca dedicata al risparmio e agli investimenti, gli utenti mobile sono cresciuti da 3,6 milioni a marzo 2015 a 5,2 milioni a settembre 2016. In pratica, tre correntisti online su dieci

(30,7 per cento) accedono abitualmente alla propria banca tramite smartphone e il 5,5 per cento dei correntisti online a settembre 2016 è «mobile only» mentre solo 18 mesi fa la percentuale non superava il 2,5 per cento. La filiale si conferma però un punto di contatto fondamentale nel rapporto tra il cliente e la propria banca, restando il punto di riferimento per le operazioni più complesse. «Il nostro Digital Banking Index conferma una tendenza che da tempo abbiamo registrato in CheBanca!: in un’era dominata dalla digitalizzazione, la componente fisico-relazionale rimane comunque cruciale nel rapporto banca-cliente. La competitività delle banche passa perciò, oggi più che mai, dalla capacità di dialogare con i propri clienti con il canale giusto per ciascuna specifica esigenza. È proprio per questo che CheBanca! continuerà a investire anche sulla rete di filiali e di promotori», ha dichiarato commenta Roberto Ferrari, direttore generale di CheBanca!

Al via l’iniziativa gpi di Swift tra le maggiori banche mondiali
Wift ha annunciato che le principali banche commerciali mondiali utilizzano attivamente il servizio gpi per l’innovazione dei pagamenti globali. «Siamo soddisfatti dell’avvio del servizio Swift gpi che sta già concretamente migliorando l’esperienza dei tesorieri d’impresa nella gestione dei pagamenti cross-border. Un anno fa la comunità finanziaria globale si è impegnata al fine di migliorare l’esecuzione dei pagamenti transfrontalieri e quella di oggi è una tappa fondamentale del percorso. L’avvio del servizio è una ulteriore testimonianza della capacità di Swift e dell’industria finanziaria di collaborare per innovare e creare in tempi contenuti nuove soluzioni per il mercato», ha dichiarato Christian Sarafidis, chief marketing officer di Swift. Intesa Sanpaolo e Unicredit tra gli istituti bancari che partecipano al progetto sin dalla fase pilota.


CashlessWay: accordocon Bergamo per i pagamenti elettronici
E' stato siglato il protocollo d’intesa tra il Comune di Bergamo e l’associazione CashlessWay per lo sviluppo di una serie di iniziative volte alla promozione degli strumenti digitali di pagamento nella città lombarda. Bergamo, primo Comune in Italia ad avviare un progetto cashless nel 2015, intende rafforzare tale primato sia nel contesto privato che pubblico, attraverso l’aumento dell’utilizzo dei pagamenti elettronici nella Pubblica Amministrazione come indicato dall’AgID. L’accordo con CashlessWay è quindi focalizzato nella realizzazione di iniziative di carattere informativo e culturale per permettere ai cittadini bergamaschi di fare una scelta responsabile tra moneta elettronica e contante. CashlessWay avrà il ruolo esclusivo di organizzatore, supervisore e coordinatore di qualsiasi iniziativa svolta nel territorio del Comune di Bergamo relativa al tema di promozione della moneta elettronica. «Questo accordo è un prezioso precedente in Italia perché dimostra quanto una città importante come Bergamo sia consapevole dei vantaggi economici e sociali ottenibili da una diminuzione della circolazione del contante e la sua capacità di porsi come piattaforma per varie sperimentazioni volte a migliorare la vita dei cittadini», ha dichiarato Geronimo Emili, presidente e fondatore di CashlessWay. Nel corso dell’estate e precisamente il 27 giugno, cadrà anche la settima edizione del No Cash Day, format ideato da Geronimo Emili che nel 2016 ha visto per la prima volta uno sviluppo internazionale e che porterà la città di Bergamo all’attenzione di Money2020 Europe a Copenhagen, il più grande evento sui pagamenti in Europa. L’Associazione italiana CashlessWay è uno dei primi casi nel mondo di struttura pensata per diffondere la cultura dei sistemi digitali di pagamento. L’associazione è concepita come un vero e proprio hub dove tutto ciò che ha a che fare con la diffusione dell’epayment trova spazio e strumenti di divulgazione.

SIA, i circuiti domestici puntano sui nuovi pagamenti digitali
Lo sviluppo di nuovi servizi di pagamento e l’evoluzione della tecnologia sono attualmente le priorità della maggior parte dei circuiti domestici di carte. La maggioranza si dichiara a favore della collaborazione tra i Paesi, mostrando attenzione soprattutto verso la condivisione di standard tecnici e lo sviluppo congiunto di soluzioni tecnologiche. È quanto emerge da una recente indagine a livello globale di CC Associates, Consorzio Bancomat e SIA, con il supporto della European Card Payment Association, sulle attuali sfide e opportunità per i circuiti domestici e regionali di carte.







Tags: Marzo 2017

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa