Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • Home
  • Articoli
  • Articoli
  • Il presidente Costa: «un welfare a 360° per agenti, pensionati e famiglie» - Tutte le prestazioni e i servizi integrativi della Fondazione Enasarco
  • 007
  • 001
  • 002
  • 003
  • 004
  • 008
  • 013

Il presidente Costa: «un welfare a 360° per agenti, pensionati e famiglie» - Tutte le prestazioni e i servizi integrativi della Fondazione Enasarco

Gianroberto Costa, presidente della Fondazione Enasarco

La Fondazione Enasarco mette a disposizione dei propri iscritti in attività e in pensione una serie di prestazioni assistenziali, tecnicamente definite prestazioni integrative di previdenza. Gli agenti in possesso di alcuni requisiti contributivi di base vi accedono sostanzialmente a titolo gratuito, potendo così beneficiare di una gamma di prestazioni che, rispetto al panorama previdenziale italiano, è tra le più complete e che viene annualmente aggiornata e disciplinata dal «Programma delle prestazioni integrative».
Questo sistema di welfare supporta l’iscritto nella sua vita familiare - è il caso dei contributi per nascita o adozione -, sociale (i soggiorni termali e quelli estivi per bambini), o professionale. Proprio in quest’ambito, dal 2017 il CdA della Cassa ha inserito il nuovo contributo per la formazione, in favore del quale ha stanziato 1,5 milioni di euro ripartiti su base regionale per favorire la categoria nell’aggiornamento professionale.
«Questa prestazione rientra in un più ampio progetto di sostegno alle esigenze della categoria», ha dichiarato il presidente Gianroberto Costa. «L’obiettivo è fornire più servizi di welfare integrativo, rendendo la Fondazione più accessibile, efficiente e adeguata alle necessità degli iscritti». Passiamo infine in rassegna altre tre prestazioni (i premi studio, i premi per tesi di laurea e il contributo per gli agenti ospitati in case di riposo), le cui scadenze sono fissate per il mese di aprile. Per tutte le informazioni in merito è possibile consultare il «Programma delle prestazioni integrative 2017» pubblicato nel sito enasarco.it.
Tutte le richieste in eccedenza al numero o alla spesa ripartita su base regionale verranno valutate nei casi di rinuncia o mancanza dei requisiti nelle domande presentate in precedenza.

LA «CARTA» FORMAZIONE
È una nuova prestazione erogata dalla Fondazione per garantire agli agenti e ai Consulenti Finanziari in attività un aggiornamento professionale. Ogni anno vengono assegnati fino a 1.500 contributi, destinati a coprire il 50 per cento della spesa sostenuta dall’iscritto, per un massimo di 1.000 euro (tenuto conto del costo massimo per un’ora di formazione di 50 euro); tutte le richieste in eccedenza al numero o alla spesa ripartita su base regionale verranno valutate nei casi di rinuncia o mancanza dei requisiti nelle domande presentate in precedenza.
Per ottenere il contributo è necessario possedere tutti i seguenti requisiti: gli iscritti in attività devono avere un’anzianità contributiva complessiva di almeno tre anni - per un totale di 12 trimestri, di cui 4 negli anni 2015 e 2016 - e aver frequentato in aula almeno il 75 per cento della durata del corso.
Quanto ai corsi di formazione, essi devono prevedere almeno 14 ore di formazione frontale, riguardare l’attività di agenzia (comunicazione ed empowerment personale, politiche di vendita, marketing, certificazione di qualità dell’agenzia, Programmazione Neuro-Linguistica, utilizzo di strumenti informatici inerenti le attività di ufficio e/o vendita, lingue straniere). I formatori devono essere aziende che si occupano di formazione, organismi di istruzione pubblica o parificata, accreditati presso la Fondazione Enasarco. E per fare questo gli enti di formazione possono accreditarsi presso la Fondazione: i requisiti per partecipare all’accreditamento sono riportati all’interno del bando-disciplinare pubblicato nel sito enasarco.it.
È possibile inviare la richiesta esclusivamente online, attraverso l’area riservata inEnasarco, a partire dal 1° maggio 2017, purché l’inizio del corso oggetto della domanda sia previsto entro 60 giorni dalla data di prenotazione; entro i 60 giorni successivi la richiesta, dovrà essere inviata la documentazione necessaria. Non sono accettate domande presentate con altre modalità, ad esempio con raccomandata o consegnate presso le nostre sedi, o presso i patronati.

I PREMI STUDIO
Per supportare gli studenti che nel 2016 hanno conseguito un diploma o una laurea, la Fondazione bandisce un concorso annuale per l’assegnazione di 900 contributi destinati ai figli degli iscritti; agli orfani di iscritti Enasarco; agli iscritti in attività.
I partecipanti devono aver conseguito un diploma nell’anno scolastico o accademico 2015/16 o una laurea (nel 2016) con un voto finale di almeno 70/100 (scuola secondaria di 2° grado); 100/110 (laurea di 1° livello); 100/110 (laurea specialistica). Alla data del conseguimento del diploma, è necessario avere i seguenti requisiti:
- Figli di iscritti in attività: l’agente deve avere un conto previdenziale (al 31/12/16) incrementato esclusivamente da contributi obbligatori, con un saldo attivo di almeno 3.097,50 euro e un’anzianità contributiva complessiva di almeno cinque anni (di cui 2014, 2015 e 2016 consecutivi, per un totale di 12 trimestri); i figli devono inoltre essere fiscalmente a carico degli iscritti alla data del 31/12/15.
- Figli di pensionati: essere fiscalmente a carico di pensionati Enasarco alla data del 31/12/15.
- Essere orfani di pensionati Enasarco.
- Essere orfani di agenti con un’anzianità contributiva complessiva di almeno due anni, se il decesso è avvenuto in presenza di un mandato di agenzia attivo; per decessi avvenuti dopo la cessazione dell’attività, è necessaria un’anzianità contributiva complessiva di almeno cinque anni.
- Agenti in attività: avere un conto previdenziale (al 31/12/16) incrementato esclusivamente da contributi obbligatori, con un saldo attivo di almeno 3.097,50 euro e un’anzianità contributiva complessiva di almeno cinque anni (di cui 2014, 2015 e 2016 consecutivi, per un totale di 12 trimestri).
Quanto spetta:
- 500 premi da 500 euro ciascuno (scuola secondaria di 2° grado);
- 210 premi da 700 euro ciascuno (laurea di 1° livello);
- 185 premi da 1.000 euro ciascuno (laurea specialistica);
- 4 premi da 1.000 euro ciascuno in favore degli agenti (laurea di 1° livello o laurea specialistica);
- 1 premio da 5.000 euro, (corsi di specializzazione/master post laurea in materie attinenti gli scopi istituzionali della Fondazione). I moduli da compilare sono disponibili nel sito enasarco.it e presso gli uffici della Fondazione. Si può scegliere di inviare la domanda completa della necessaria documentazione tramite posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., o con raccomandata A/R (a Fondazione Enasarco - Servizio Prestazioni - Ufficio Prestazioni Integrative e Firr - Via A. Usodimare 31, 00154 Roma). Il contributo deve essere richiesto entro il 30/04/17, pena la decadenza del diritto. Sulla base delle domande pervenute sarà stilata una graduatoria da utilizzare per la concessione del contributo che sarà pubblicata sul sito enasarco.it.

I PREMI PER LA LAUREA
Per supportare gli studenti che nel 2016 hanno discusso una tesi di laurea su materie inerenti la professione di agente o la previdenza Enasarco, la Fondazione bandisce un concorso annuale per l’assegnazione di 10 contributi, di 2.600 euro ciascuno, destinati ai figli degli iscritti; agli iscritti in attività; agli orfani di iscritti Enasarco. I partecipanti devono aver conseguito il diploma di laurea con una votazione finale di almeno 100/110. La Fondazione si riserva la facoltà di pubblicare e di divulgare le tesi di laurea vincitrici, senza corrispettivo. Alla data del conseguimento del diploma, è necessario avere i seguenti requisiti:
tFigli di iscritti in attività: l’agente deve avere un conto previdenziale incrementato esclusivamente da contributi obbligatori, con un saldo attivo (al 31/12/16) di almeno 3.097,50 euro e un’anzianità contributiva complessiva di almeno cinque anni (di cui 2014, 2015 e 2016 consecutivi, per un totale di 12 trimestri); i figli devono inoltre essere fiscalmente a carico degli iscritti alla data del 31/12/15.
- Figli di pensionati: essere fiscalmente a carico di pensionati Enasarco alla data dell’evento.
- Essere orfani di pensionati Enasarco.
- Essere orfani di agenti con un’anzianità contributiva complessiva di almeno due anni, se il decesso è avvenuto in presenza di un mandato di agenzia attivo; per decessi avvenuti dopo la cessazione dell’attività, è necessaria un’anzianità contributiva complessiva di almeno cinque anni.
tIscritti in attività: avere un conto previdenziale incrementato esclusivamente da contributi obbligatori, con un saldo attivo (al 31/12/16) di almeno 3.097,50 euro e un’anzianità contributiva complessiva di almeno cinque anni (di cui 2014, 2015 e 2016 consecutivi, per un totale di 12 trimestri).
I moduli da compilare sono disponibili nel sito enasarco.it e presso gli uffici della Fondazione. Si può scegliere di inviare la domanda completa della necessaria documentazione tramite posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., o con raccomandata A/R (a Fondazione Enasarco - Servizio Prestazioni - Ufficio Prestazioni Integrative e Firr - Via A. Usodimare 31, 00154 Roma).
Il contributo deve essere richiesto entro il 30/04/17, pena la decadenza del diritto. Sulla base delle domande pervenute sarà stilata una graduatoria da utilizzare per la concessione del contributo che sarà pubblicata sul sito enasarco.it.

IL CONTRIBUTO PER LE CASE DI RIPOSO
Per supportare economicamente i pensionati Enasarco ospitati in case di riposo, nel periodo dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017, la Fondazione bandisce un concorso annuale per la concessione di 30 contributi. Nel caso in cui i posti messi a concorso non vengano totalmente assegnati, potranno farne richiesta i coniugi superstiti.
Per accedere al concorso è necessario possedere tutti i seguenti requisiti: aver superato il 65° anno di età; essere titolari della pensione Enasarco (vecchiaia; invalidità; inabilità; pensione ai superstiti); non svolgere alcuna attività lavorativa; avere un reddito individuale complessivo annuo lordo 2015 non superiore a 19.593,21 euro; essere ospitati stabilmente, nel 2017, in case di riposo per anziani in Italia. Il contributo, fino a 5.200 euro (corrisposto in due semestralità), non potrà superare la spesa totale sostenuta e documentata. Se il soggiorno iniziasse dopo il 1° gennaio o se si interrompesse in corso d’anno, l’importo erogato verrà proporzionalmente ridotto. In caso di decesso del pensionato nel corso del semestre, gli eredi legittimi potranno richiedere entro sei mesi l’accredito di eventuali importi residui.
I moduli da compilare sono disponibili nel sito enasarco.it e negli uffici della Fondazione. Si può scegliere di inviare la domanda, completa della necessaria documentazione, tramite posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., o con raccomandata A/R (a Fondazione Enasarco - Servizio Prestazioni - Ufficio Prestazioni Integrative e Firr - Via A. Usodimare 31, 00154 Roma).
Il pensionato deve inoltre indicare se il pagamento è a suo carico o se riceve un rimborso (e in che misura) da parte di atri enti previdenziali o assistenziali. Il contributo deve essere richiesto entro il 30/04/17, pena la decadenza del diritto. Sulla base delle domande pervenute sarà stilata una graduatoria da utilizzare per la concessione del contributo che sarà pubblicata sul sito enasarco.it.               

Tags: Aprile 2017

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa