Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • 008

Champagne Deutz, una passione che dura da 170 anni

Da sinistra: Caterina Boerci, Fabrice Rosset e Federico Boerci

Alla presenza di Fabrice Rosset, presidente e direttore generale della casa vinicola Deutz, Caterina Boerci e Federico Boerci, rispettivamente presidente e amministratore delegato della D&C, distributore in Italia degli champagne Deutz, è stato presentato lo «Champagne Cuvée William Deutz 2002», un omaggio al fondatore dell’omonima maison. La Deutz, una delle storiche cantine della Champagne, fin dall’anno della sua fondazione, il 1838, produce champagne unendo particolarità e finezza. Fondata ad Aÿ, una delle terre di elezione del Pinot Nero, vitigno alla base di quasi tutti i prodotti dell’azienda, recentemente si è dotata di torchi nuovi così da raggiungere una capacità di 9 mila ettolitri di vinificazione e di 3,5 milioni di bottiglie nelle cantine d’invecchiamento. Da sempre è attenta a un’agricoltura rispettosa dell’ambiente: limitazione di concimi e ammendamenti e di prodotti fitosanitari, abbandono degli insetticidi, inerbimento di numerose parcelle per ridurre l’uso di erbicidi. La Deutz presenta una delle gamme più varie di tutta la Champagne: ci sono ben nove diverse referenze di millesimati, per ognuna delle quali è offerta anche la versione rosé. «Sono lieto di aver lanciato la Cuvée William Deutz 2002. L’obiettivo è proseguire lo sviluppo della maison mirando a raggiungere 2,5 milioni di bottiglie nei prossimi cinque anni mantenendo lo stile e l’eleganza degli Champagne, nel più puro stile Deutz», ha dichiarato Fabrice Rosset in occasione della nuova collaborazione tra la D&C e la Deutz.

Tags: Dicembre 2014

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa