Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • Home
  • Antonio Marini - Specchio Economico

L'11 marzo 2008 è stata emanata dal Parlamento e dal Consiglio europeo una direttiva che ha modificato le norme comunitarie dirette a impedire l’uso del sistema finanziario per il riciclaggio dei proventi di attività criminose e per il finanziamento del terrorismo, con particolare riferimento alle competenze di esecuzione conferite direttamente alla Commissione europea. La nuova direttiva n. 20 del 2008 definisce un diverso metodo per determinare le modalità attuazione della precedente...

  • Creato il .

Seconda parte contenente le parti più salienti della Relazione sulla situazione della Giustizia nel 2014 nel Distretto della Corte d’Appello di Roma, svolta lo scorso gennaio dal Procuratore Generale f.f. dott. Antonio Marini nella cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario 2015.


L'eccessiva durata dei processi. La macchina della giustizia penale continua ad arrancare, rivelandosi inadeguata ed inefficiente. Anche la Corte europea dei Diritti dell’Uomo, che ha già condannato più volte il...

  • Creato il .

di Antonio Marini

Il 9 maggio scorso, in occasione del «Giorno della memoria», è stato presentato al Quirinale il libro «Nel loro segno», curato dal Consiglio Superiore della Magistratura in ricordo dei magistrati vittime del terrorismo e delle stragi di mafia. La scelta del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano di dedicare la giornata della memoria ai magistrati caduti sotto i colpi degli estremisti e degli stragisti non è stata casuale. Napolitano ha deciso di dedicare a loro la...

  • Creato il .

A lanciare l’allarme è stato il ministro dell’Interno in persona, Angelino Alfano, con un’informativa urgente al Parlamento, nel settembre scorso, sul tema del terrorismo internazionale di matrice religiosa: Roma è nel mirino dei jihadisti dell’Islamic State (IS), una formazione terroristica di matrice sunnita, nota anche con la sigla Isis (acronimo di Stato islamico dell’Iraq e della Siria), guidata da Abu Bakr al Baghdadi, stella nascente del fondamentalismo islamico, che combatte nella...

  • Creato il .

Con la recente sentenza n. 6419 del 2014, che ha parzialmente annullato, con rinvio, l’ordinanza del Tribunale di Sorveglianza del Tribunale di Torino che aveva confermato la misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di alcuni esponenti del movimento No Tav, la Corte di Cassazione ha stabilito un principio di diritto di grande importanza secondo il quale non vi può essere equiparazione tra condotta illecita politicamente motivata e terrorismo. I No Tav il 14 maggio 2013 avevano...

  • Creato il .

di ANTONIO MARINI

 

Nel quadro del programma generale «Sicurezza e tutela delle libertà», il Consiglio dell’Unione Europea con la decisione 124 del 12 febbraio 2007, accanto al programma «Prevenzione e lotta alla criminalità organizzata», ha istituito, per il periodo 2007-2013, il programma denominato «Prevenzione, preparazione e gestione delle conseguenze in materia di terrorismo e di altri rischi correlati alla sicurezza». Con riferimento a quest’ultimo vale la pena di ricordare che il...

  • Creato il .

Il 15 aprile scorso è stato approvato in via definitiva dal Senato il decreto legge varato dal Governo, contenente misure urgenti per il contrasto del terrorismo, anche di matrice internazionale, nonché la proroga delle missioni internazionali delle forze di polizia, iniziative di cooperazione allo sviluppo e sostegno ai processi di ricostruzione e partecipazione alle iniziative delle Organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di pace e di stabilizzazione. Come si rileva...

  • Creato il .

Nell’ultima relazione dei Servizi al Parlamento sulla politica dell’informazione per la sicurezza, nella parte dedicata alla minaccia eversiva interna si pone in evidenza il crescente attivismo degli anarco-insurrezionalisti all’interno del movimento No TAV. L’opposizione al progetto Alta Velocità rimane infatti centrale per le componenti anarco-insurrezionaliste movimentiste che, propense ad integrarsi nelle lotte territoriali e sociali per radicalizzare la protesta, hanno intensificato...

  • Creato il .

Con la sua partecipazione alla Conferenza internazionale sulla sicurezza nucleare, organizzata a Vienna dall’Agenzia Internazionale dell’Energia Atomica (AIEA), il Governo italiano ha dimostrato di essere pronto a completare rapidamente la ratifica dell’emendamento del 2005 alla Convenzione sulla protezione fisica dei materiali nucleari, nonché della Convenzione internazionale sulla repressione degli atti di terrorismo nucleare.
È quanto ha dichiarato il viceministro degli Esteri, Lapo Pistilli...

  • Creato il .

La rivendicazione dell’attentato al dirigente dell’Ansaldo, Roberto Adinolfi, gambizzato a Genova l’11 maggio scorso, ha confermato da un lato il timore, da tempo espresso, di un salto di qualità degli anarco-insurrezionalisti, dall’altro l’avvenuta «saldatura» tra gruppi greci e gruppi italiani. Non a caso il comunicato di rivendicazione, spedito alla redazione di Milano del Corriere della Sera, portava la firma del Nucleo Olga, un nuovo gruppo che prende il nome da Olga Ikonomidou...

  • Creato il .

Nel suo primo rapporto annuale al Consiglio delle Nazioni Unite per i Diritti umani, presentato a Ginevra il 20 giugno scorso, il nuovo relatore speciale per la promozione e protezione dei diritti umani e delle libertà fondamentali nella lotta al terrorismo, Ben Emmerson, dedica una particolare attenzione ai diritti umani delle vittime degli atti terroristici, spesso dimenticate o prese in scarsa considerazione, e ai corrispondenti obblighi degli Stati di garantire tali diritti. Dopo un’attenta...

  • Creato il .

Il 23 ottobre scorso a Strasburgo il Parlamento europeo in seduta plenaria ha approvato il rapporto della Commissione speciale sulla criminalità organizzata, la corruzione e il riciclaggio di denaro sporco, istituita con decisione dello stesso Parlamento il 14 marzo 2012 allo scopo di accertare la portata del crimine organizzato e di proporre misure adeguate che consentano di prevenire e contrastare efficacemente tali fenomeni che, avendo assunto una dimensione globale, esigono una risposta di...

  • Creato il .

Il prolungarsi della crisi economica aumenta i fattori di rischio sul fronte dell’eversione e del terrorismo. A lanciare l’allarme sono i Servizi segreti nella relazione annuale sulla politica dell’informazione per la sicurezza, presentata al Parlamento nel marzo scorso. Se la situazione economica non migliora, si scrive nella relazione 2012, c’è il rischio concreto di un innalzamento delle tensioni sociali e dell’intensificazione delle contestazioni nei confronti di esponenti di Governo e di...

  • Creato il .

Il 14 giugno scorso è stato presentato a Roma, nella sede dell’Associazione della Stampa Estera in Italia, il primo rapporto sul terrorismo internazionale curato e realizzato dalla Fondazione Icsa - Intelligence Culture and Strategic Analysis, una struttura «bipartisan» presieduta dall’ex viceministro dell’Interno Marco Minniti, che si occupa dei temi della sicurezza, della difesa e dell’intelligence. Il rapporto di circa settanta pagine affronta nel dettaglio, con analisi, dati e tabelle, i...

  • Creato il .

Una delle principali fonti di finanziamento del terrorismo internazionale è costituita dal narcotraffico. Lo conferma l’ultimo rapporto dell’ICSA, Intelligence Culture and Strategic Analysis, presentato alla Camera dei Deputati il 28 novembre 2013. Nel rapporto si pone in evidenza come i flussi finanziari del terrorismo di matrice jihadista coincidano con quelli del riciclaggio e del reimpiego dei narcoproventi, sfruttando anche le differenze tra le legislazioni nazionali e indirizzando i...

  • Creato il .

Nel panorama del terrorismo internazionale lo Stato islamico, alias Isis, è oggi indubbiamente l'organizzazione terroristica più ricca e potente del mondo. La sua ricchezza è stimata in due miliardi di dollari. In confronto al Qaeda è «povera» con solo 150 milioni di dollari di fatturato annuo. Da dove viene questo fiume di denaro? Dal petrolio prima di tutto. Nei territori occupati in Irak e Siria, oggi sotto il suo controllo, il nuovo network del terrore dispone, infatti, di numerosi...

  • Creato il .

L'allarme questa volta proviene dalle principali agenzie di intelligence: i jihadisti dell’Isis avrebbero escogitato un piano per diffondere il virus ebola in Occidente, usando terroristi kamikaze. Lo sciagurato progetto prevede che i terroristi contraggano il virus, iniettandosi nelle vene sangue infetto e poi lo diffondano in America o in Europa andando in giro per strade, nelle metropolitane, nei luoghi più frequentati dalle persone. Il virus diventerebbe così un’arma biologica mortale...

  • Creato il .

Il 28 gennaio scorso è stata presentata a Londra l’edizione 2014 della Terrorism and Political Map, mappa annuale che analizza il rischio di terrorismo e violenza politica in tutto il mondo. Realizzata da Aon, grande broker assicurativo mondiale, in collaborazione con il Risk Advisor Group, società specializzata nella gestione del rischio globale, la mappa è uno strumento fondamentale per agevolare i processi di internazionalizzazione delle imprese fornendo informazioni di vitale importanza sui...

  • Creato il .

I nuovi attacchi del 13 novembre scorso a Parigi sono interpretati per lo più come un’ulteriore dimostrazione della crescente minaccia jihadista in Europa. Una minaccia che reca l’impronta dell’Isis, ovvero dello Stato islamico o Daesh. «Un attacco di soldati del califfato ha preso di mira la capitale dell’abominio e della perversione, quella che porta la bandiera dei crociati in Europa», recita il comunicato di rivendicazione rilanciato da Site, il sito americano di controllo della propaganda...

  • Creato il .

Non si placano le polemiche suscitate dalla sentenza con la quale il 23 novembre 2013 la I Corte di assise di Roma, dopo aver escluso lo scopo di terrorismo dell’atto delittuoso considerato come un semplice sequestro di persona, ha assolto, per un vizio procedurale due degli autori del rapimento dei cittadini italiani Maurizio Agliana, Umberto Copertino, Salvatore Stefio e Fabrizio Quattrocchi,
Il sequestro avvenne il 12 aprile 2004 in Iraq, esattamente 5 mesi dopo l’attacco terroristico...

  • Creato il .

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa